Si ridurrà il numero di fornitori per Hp

L’obiettivo è il contenimento dei costi, anche attraverso una nuova gestione degli approvvigionamenti.

19 giugno 2002 Brutte notizie per alcuni produttori asiatici. Hewlett Packard avrebbe infatti resa nota l'intenzione di ridurre in modo significativo il numero dei propri fornitori, con l'obiettivo di ridurre ulteriormente i costi.
La nuova linea strategica, annunciata dal presidente Capellas, prevede due fornitori per ciascuna delle 40 linee di prodotto esistenti, che vanno dai server, alle stampanti, ai personal computer.
Nel solo comparto pc, la riduzione dei costi di procurement, per non parlare della rinegoziazione con i fornitori, dovrebbe portare a un risparmio di 500 milioni di dollari l'anno.
In effetti, dare maggior volumi di lavoro a pochi fornitori significa migliorare le loro economie di scala, condividendone poi i benefici.
Tra i fornitori che attualmente hanno rapporti commerciali con Hp, i primi ad essere penalizzati dovrebbero essere quelli statunitensi ed europei, a causa degli elevati costi di produzione, mentre tra i numerosi asiatici (quali Quanta, Asustek, Mitac, Trigem), potrebbero godere di una qualche tranquillità Arima e Inventec, che producono quasi l'85% dei notebook Compaq.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome