Server: in calo tutti tranne Dell

I dati Gartner relativi al secondo trimestre dell’anno mostrano un comparto in crescita in termini di unità, ma in regresso in termini di giro d’affari complessivo. L’Europa, nel complesso, non brilla.

Volumi in crescita fatturato in calo per il mercato server nel secondo trimestre dell’anno.
Lo mostrano i dati Gartner, pubblicati in queste ore.

A livello mondiale si parla infatti di 2,366 milioni di unità, in crescita dell’1,4 per cento rispetto al pari periodo dell’anno precedente, mentre il giro d’affari complessivo si attesta a 12,8 miliardi di dollari, in calo del 2,9 rispetto al 2011.
Il risultato complessivo, precisa Gartner, non riflette le diverse performance regionali, che risentono degli effetti più o meno marcati della crisi in atto.

A livello generale, si registra la crescita del fronte x86, che non solo mette a segno un +1,8% in termini di unità, ma soprattutto registra un incremento del 5,6% in termini di fatturato.
Cali importanti si registrano invece sul fronte dei server Unix a cuore Risc/Itanium e dei mainframe.

Per quanto riguarda la classifica dei fornitori in termini di fatturato, Hp, Ibm, Dell, Oracle e Fujitsu occupano nell’ordine le prime cinque posizioni.
Dei cinque vendor, tuttavia, l’unico a mostrare un risultato positivo è Dell, che mette a segno una crescita del 5,1% a 1,979 miliardi di dollari, pari a una share del 15,4%, laddove tutti gli altri chiudono in trimestre in regresso: del 5,1% Hp, del 7,8% Ibm, del 17,5% Oracle e addirittura del 41% Fujitsu.

Analoga la situazione se si analizzano i risultati in termini di unità vendute: Hp, Dell, Ibm, Fujitsu e Lenovo rappresentano la cinquina alla guida della classifica, ma a parte la new entry Lenovo, che con le sue 52.400 unità consegnate registra un incremento di oltre il 44% anno su anno, l’unica crescita è quella di Dell, che con le sue 541.693 unità registra un incremento del 5,9% rispetto all’anno precedente. Per Hp il calo è del 5,9%, mentre Ibm e Fujitsu arretrano del 16,7 e del 15,7% rispettivamente.

Va detto che in questo scenario al momento l’Europa non brilla.
Nelle analisi si Gartner l’area Emea registra un calo del 4,4% in termini di unità vendute, attestandosi a 585.000 macchine, e dell’11,6% in termini di fatturato, fermo in questo caso a 3,3 miliardi di dollari.
Le difficoltà economiche si fanno sentire e questo è il terzo trimestre consecutive di calo per il comparto nella regione.
Le classifiche, in ogni caso, riflettono l’andamento generale: in termini di fatturato perdono le capolista Hp e Ibm, rispettivamente del 9,9 e del 21,2%, mentre Dell, che occupa la terza posizione, con i suoi 404,8 milioni di dollari cresce del 5,6%. In calo anche Oracle e Fujitsu, quarte e quinte in classifica, entrambe con arretramenti a due cifre.
In termini di unità vendute, Hp, prima in classifica, perde l’8,1%, Dell, seconda con quasi 113.000 unità consegnate, guadagna il 5,7%, mentre restano in calo sia Ibm sia Fujitsu.
La quinta posizione, in questo caso, spetta a Cisco, con 10.300 unità, che risulta best perfomer con una crescita vicina al 50 per cento anno su anno.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here