Samsung investe in Symbian, ma senza rinunciare a Microsoft

Come nelle migliori tradizioni di mercato, il produttore sudcoreano ha investito di tasca propria nel sistema operativo del vendor californiano annunciando, nel contempo, il lancio di un nuovo cellulare basato su software Microsoft, senza dimenticare Palm

19 febbraio 2003 Dopo aver scelto di dotare i propri smartphone con il sistema operativo di casa Symbian, Samsung Electronics ha annunciato ora l'acquisizione del 5% delle azioni della società californiana per un valore di 27 milioni di dollari. Una mossa a suo tempo già fatta da Nokia e Motorola, entrambi azionisti al 19% di Symbian, insieme a Siemens, Psion, Sony Ericsson e Matsushita. E tutto, almeno sembrerebbe, a discapito di Microsoft, da tempo impegnata a sbaragliare qualsiasi concorrente sul terreno dei sistemi operativi per handheld. Tanto che, entro il quarto trimestre dell'anno in corso, è atteso il rilascio del primo apparecchio telefonico prodotto dal vendor sudcoreano e dotato di Symbian Os. Lo scopo dichiarato da Samsung è quello di commercializzare qualcosa come 50 milioni di telefonini, rispetto ai 435 milioni previsti globalmente per l'intero 2003. Ma il mercato è labile, si sa. E per riuscire nei propri intenti il vendor ha scelto di lasciarsi aperte tutte le porte, anche quella con la società di Redmond, annunciando il rilascio di un ennesimo device, questa volta basato su software Microsoft. Come a dire, un piede in due scarpe. Anzi, in tre, visto e considerato che Samsung avrebbe in testa anche Palm Os.

Intanto, la filiale italiana del produttore di telefoni cellulari, attivo anche nel mercato dell'audio-video, degli elettrodomestici e dell'It, ha chiuso l'esercizio fiscale 2002 con un fatturato che, in crescita del 20% rispetto a un anno fa, ha toccato quota 630 milioni di euro. Di questi, 221 milioni sono stati realizzati proprio dalla divisione Tlc che, rispetto al 2001, ha registrato un incremento nel fatturato del 28,6%. Un risultato che, secondo fonti Gfk, nel 2002, avrebbe fruttato alla società la terza posizione nella classifica italiana di produttori di telefoni cellulari.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here