Quanto pesa Nokia sulla trimestrale di Microsoft

Calano gli utili della trimestrale e la società guidata da Satya Nadella attribuisce la responsabilità a Nokia. Il business corrente migliora anche grazie al nuovo respiro sul mercato pc.

Pesano sui risultati della trimestrale di Microsoft le perdite di Nokia, alle quali la società di Redmond ascrive di fatto il calo del 7 per cento negli utili.
Tuttavia, Microsoft rassicura Wall Street e garantisce che entro due anni la business unit sarà in grado di raggiungere il break even: si parla di una riduzione dei costi associati nell’ordine del miliardo di dollari e di cessazione delle perdite entro la chiusura dell’anno fiscale 2016.
E sono proprio queste rassicurazioni che spingono in alto titolo in chiusura di contrattazioni.

Sui risultati della trimestrale, Nokia avrebbe portato circa 2 miliardi di dollari di fatturato aggiuntivo, ma avrebbe pesato con perdite operative per 692 milioni di dollari, perdite che includono anche oneri non ricorrenti.
Non solo.
Nei tre mesi in esame, chiusi il 30 giugno scorso, si parla di 5,8 milioni di smartphone Lumia consegnati: per poter sostenere questo business, Microsoft ha intenzione di chiudere alcuni impianti e di tagliare circa la metà dei 25.000 dipendenti della società.

Per quanto riguarda gli altri dati della trimestrale, Microsoft registra una crescita del fatturato del 17% a 23,38 miliardi di dollari, grazie anche a una lieve ripresa nelle vendite di pc, che ha portato con sé maggiori vendite per Windows e Office products.
Gli utili, come già accennato, sono in calo: si attestano a 4,61 miliardi di dollari, pari a 55 centesimi per azione, contro i 4,96 miliardi, pari a 59 centesimi per azione, del pari periodo dell’anno precedente.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here