Pirateria: aumentano le multe

Il rapporto Bsa relativo al mercato Emea. In un anno il 10% di sanzioni in più.

La lotta ai pirati si fa sempre più dura.
Il consueto rapporto
di Bsa
, Business software alliance l'associazione che raggruppa i
principali produttori di software, stima infatti che nel 2004 nell'area Emea
(Europa, Medio Oriente e Africa) le sanzioni comminate alle aziende hanno
raggiunto la somma di quattro milioni di euro, il 10% in più
rispetto allo scorso anno.
In Italia la collaborazione con la Guardia di
Finanza ha portato a buoni risultati come la recente operazione Corsaro II nel
corso della quale sono stati sequestrati novemila copie di programmi duplicati
illegalmente, 883 pc, e segnalati all'autorità giudiziaria 267 responsabili
d'azienda.
Nel 45% delle aziende italiane controllate sono stati riscontrati
comportamenti illeciti nella gestione del software.
Un dato in media con
quello della regione Emea.
Le piccole e medie aziende che operano nei
settori della creatività, dell'alta tecnologia e dei servizi professionali sono
le principali responsabili dell'utilizzo di software illegale che a uno studio
di architettura è costato una pesantissima multi di trecentomila euro. Sempre a
livello Emea sono state effettuate 1.372 perquisizioni in aziende sospette e
promosse 1.023 azioni legali.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here