Ok dell’Ue alla fusione Telia-Sonera

La fusione si farà mediante scambio azionario. Il controllo della nuova realtà in mano agli attuali azionisti di Telia.

12 luglio 2002 Il via libera dalla Commissione Europea è arrivato, condizionato dalla cessione delle attività di telefonia mobile che Telia ha in Finlandia, nonchè della sua rete di distribuzione di televisione via cavo in Svezia. In ogni caso la fusione tra Telia e Sonera si farà, a patto di separare giuridicamente le reti e i servizi di telefonia fissa e mobile in Svezia e Finlandia. L'operazione avverrà tramite uno scambio azionario, al termine del quale gli azionisti di Telia avranno il controllo della neocostituita società, mentre il restante 36% sarà nelle mani degli attuali azionisti di Sonera

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome