Home Digitale Nvidia Maxine, la piattaforma di videoconferenze nativa del cloud

Nvidia Maxine, la piattaforma di videoconferenze nativa del cloud

Lo specialista delle schede di accelerazione grafica e di machine learning ha svelato Nvidia Maxine, piattaforma che fornisce agli sviluppatori una suite basata su cloud di software di videoconferenza basato sull’intelligenza artificiale e accelerato da GPU. La piattaforma è progettata per migliorare lo streaming video che al momento, sottolinea l’azienda, è la prima fonte di traffico Internet.

Nvidia Maxine è dunque una piattaforma cloud-native in cui l’intelligenza artificiale è al servizio dello streaming video e che permette ai fornitori di servizi di portare nuove funzionalità potenziate dall’IA agli oltre 30 milioni di meeting web che si stima si svolgano ogni giorno.

Non si tratta quindi di un servizio indirizzato agli utenti finali ma ai fornitori di servizi di videoconferenze che, eseguendo la piattaforma su GPU Nvidia nel cloud, possono offrire agli utenti nuovi effetti di intelligenza artificiale fra cui correzione dello sguardo, super-risoluzione, cancellazione del rumore, illuminazione del volto e altro ancora.

Poiché i dati vengono elaborati nel cloud piuttosto che su dispositivi locali, sottolinea inoltre Nvidia, gli utenti finali possono sfruttare queste nuove funzionalità senza alcun hardware specializzato aggiuntivo.

Come funziona questa nuova soluzione?

Nvidia Maxine

La piattaforma Nvidia Maxine riduce drasticamente la larghezza di banda necessaria per le videochiamate. Invece di trasmettere in streaming l’intero schermo di pixel, il software di intelligenza artificiale analizza i punti chiave del volto di ogni persona durante una chiamata e poi esegue in modo intelligente l’animazione del volto nel video in output. Ciò rende possibile lo streaming video con un flusso di dati molto più ridotto che viene trasmesso attraverso Internet.

Grazie a questa nuova tecnologia di compressione video basata sull’intelligenza artificiale ed eseguita su GPU Nvidia gli sviluppatori possono ridurre il consumo di banda passante fino a un decimo dei requisiti dello standard di compressione dello streaming video H.264. Questo riduce i costi per i provider e offre un’esperienza di videoconferenza più fluida agli utenti finali, al contempo con maggiori funzionalità.

Gli sviluppatori di computer vision e intelligenza artificiale, i partner software, le startup e i produttori di computer che creano applicazioni e servizi audio e video possono richiedere l’early access alla piattaforma Nvidia Maxine.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php