Home Prodotti Hardware Nuovo server Fujitsu Primergy RX basato su Amd Epyc

Nuovo server Fujitsu Primergy RX basato su Amd Epyc

Fujitsu amplia la gamma di sistemi standard x86 con il server Primergy RX2450, basato sul processore Amd Epyc, indicato a realizzare insight più rapidi.

Il server Fujitsu Primergy RX2450 M1 dispone di un massimo di 128 core per configurazione a due socket, 32 slot DIMM e supporto di un massimo di 24 drive SAS/SATA/PCIe ed è già disponibile in Italia attraverso Finix Technology Solutions.

Il rack server 2U dual-socket mette a disposizione performance elevate a un’ampia varietà di workload, limitando i consumi di energia e di spazio all’interno dei data center e offrendo flessibilità in termini di opzioni di configurazione.

IT al centro del business

Per Manuela Chinzi, Sales Director di Finix Technology Solutions, “la trasformazione digitale insieme alle tendenze in materia di sicurezza dei dati stanno creando aspettative per le aziende di tutte le dimensioni. L’IT moderno è al centro del business e aiuta a creare nuovo valore in un mondo dove tutti e tutto generano e condividono dati. La particolarità del processore Amd, con il suo aumentato numero di core abbinato a una alta quantità di DIM, garantisce una eccezionale densità e ci permette di offrire infrastrutture IT solide, potenti ed efficienti nei costi di gestione, permettendo di ottimizzare i data center, analizzando e utilizzando i dati in modo efficace”.

Basato sul processore Amd Epyc 7002 Series, il Primergy RX2450 M1 è il primo server  del portafoglio rack-mount Primergy a essere dotato di un processore Amd Epyc.

In qualità di sistema a bassa latenza secondo Fujitsu rappresenta la soluzione ideale per gli scenari HPC (High Performance Computing).

Il server Primergy è un componente per la realizzazione di soluzioni SDS (Software-Defined Storage) e infrastrutture iperconvergenti, grazie al suo supporto di un massimo di 24 drive.

Questa capacità ne sottolinea la particolare idoneità ai workload e alle applicazioni più esigenti, come ambienti virtualizzati, soluzioni Software Defined Storage (SDS), virtualizzazione desktop (VDI) e infrastrutture iperconvergenti (HCI).

Le capacità dimostrate nella gestione di attività di virtualizzazione fortemente impegnative rendono il server Primergy RX2450 M1 la scelta ideale per i service provider (xSP) che sono alla ricerca di un eccezionale rapporto prezzo/prestazioni sul quale poter costruire servizi a prezzi competitivi per i loro clienti.

Il Primergy basato sul processore Amd Epyc raggiunge prestazioni notevoli anche negli ambienti virtualizzati Vmware come vSphere e in altre applicazioni la cui licenza dipende dal numero di socket di CPU.

Allo stesso tempo i bassi consumi di corrente permettono di raggiungere le medesime prestazioni di altri sistemi a fronte di un assorbimento energetico che può arrivare a dimezzarsi, abbattendone così il TCO.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php