Nuovi server Linux e servizi da Hewlett-Packard

Superando l’attendismo che ne aveva sin qui caratterizzato il comportamento, Hp ha deciso di puntare decisamente sull’open source. Alle macchine cc2300 e 3300, con processore Pentium III, si aggiungono una workstation, server blade, nonché un’offerta di consulenza e outsourcing.

Hewlett-Packard ha annunciato la disponibilità di nuovo hardware e supporto per il sistema operativo Linux. La casa di Palo Alto rilascerà, infatti, due server basati su Linux, dedicati alle società clienti di telecomunicazioni, per la gestione delle reti wireless e per l'hosting delle reti dove convergono voce e dati. Ambedue conformi al set di specifiche per l'industria delle telecomunicazioni, Nebs (Network Equipment Building Standard), le macchine, denominate cc2300 e cc3300 includono due processori 1,26 GHz Pentium III, 6 Gb di Ram, due slot Pci e l'opzione di un alimentatore Ac o Dc. Il cc3300 è una versione più piccola del server 2300 e in aggiunta ha due alimentatori Ac o Dc e sei slot Pci. Ambedue utilizzano i chip Intel a 32 bit e funzionano con la versione 7.1 della distribuzione Linux di Red Hat. I due server saranno messi sul mercato a partire dall'1 febbraio. Anche se i prezzi per i server non sono ancora stati annunciati, Hp ha affermato di aver esteso il proprio piano pay-per-use ai clienti che usano i suoi prodotti Linux. A gennaio, Hp ha rilasciato un server blade Compact Pci che offre anche il supporto Nebs e funziona col sistema operativo Linux. Inoltre, la società prenderà parte a un piano per creare una versione carrier grade di Linux. La casa di Palo Alto lancerà anche una versione ampliata della propria workstation x4000 funzionante con Red Hat Versione 7.1, dedicata ai clienti coinvolti nella realizzazione di contenuti digitali high-end. L'x4000 funziona con i processori Intel Xeon a 1,8 GHz, 2,0 GHz e 2,2 GHz. Sul fronte dei servizi, Hp ha annunciato che inizierà l'offerta di servizi di consulenza e outsourcing per i propri clienti Linux, oltre a un servizio di migrazione standard per permettere ai propri clienti di migrare da qualsiasi sistema operativo a Linux.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome