Nuove specifiche per i Web Service al vaglio dell’Oasis

Ibm, Microsoft e Bea Systems sottometteranno all’Organizzazione il “Bpel4ws”, acronimo del nuovo standard sviluppato per una migliore gestione dei servizi Web.

17 Aprile 2003 L'Organization for the Advancement of Structured Information Systems (Oasis) sarà presto chiamata a vagliare la nuova specifica Business Processing Execution Language for Web Services (Bpel4ws), sviluppata da Ibm, Microsoft e Bea Systems con l'intento di stabilire un nuovo standard nell'operatività dei servizi Web. Già annunciata lo scorso anno, la Bpel4ws è il risultato dell'unione di due distinte specifiche messe a punto da Ibm e Microsoft e consiste in una piattaforma per l'esecuzione di processi commerciali che ne permette un facile riutilizzo nonché la loro integrazione con altri processi.

Secondo quanto dichiarato dai responsabili delle due aziende, la specifica caratterizza gli standard per i flussi di lavoro, inclusi quelli relativi alla definizione del processo, e permette la semplice esecuzione di tali processi in ambiente Web services. Tuttavia, qualcuno giudica la sottomissione della Bpel4ws all'Oasis una mossa controversa, ritenendo che in un certo senso vanifichi gli attuali sforzi condotti per la definizione di nuovi standard. Sun Microsystems e Oracle, così come Bea, sono decisi sostenitori della specifica Web Services Choreography (Wsci), e il World Wide Web Consortium (W3C) attualmente ha un gruppo di lavoro su una specifica Web services choreography/orchestration simile alla Bpel4ws. Così, qualche analista non ha problemi a segnare a dito Big Blue e la Casa di Redmond, mal disposte a unirsi ad attività già avviate da qualcun altro. Così come avrebbero già compromesso la Ws-Reliability, adesso le due aziende starebbero dunque minando il gruppo di lavoro sulla coreografia del W3C.

Secondo gli esperti, per la funzionalità di tali specifiche sarebbe opportuno che il consorzio interagisse con il gruppo Oasis, onde evitare attriti e sovrapposizioni infruttuose.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome