Next Ict Secure, documenti “sulla nuvola” sicuri e condivisi

Basato sul software di Boole Server e commercializzato in abbonamento da Cap, che ha uffici a Milano, Genova, Torino e Sassari, il servizio protegge i file riservati e li rende condivisibili in maniera controllata anche da device mobili.

Si chiama Next Ict Secure File la soluzione messa a punto da Boole Server e commercializzata in modalità SaaS (Software as a Service) dai datacenter di Cap per garantire la sicurezza dei dati anche in cloud alle piccole e medie imprese.

L’accordo tra la realtà che sviluppa soluzioni di sicurezza personalizzate e l’erogatore di servizi e soluzioni software in abbonamento e senza costi fissi prevede la proposizione di una soluzione realizzata per proteggere file riservati cifrandoli e consentendone la condivisione immediata e controllata con gruppi di lavoro, collaboratori, clienti o fornitori, anche su device mobili.

Il tutto senza che siano richiesti investimenti in infrastrutture e con tempi di avviamento ridotti per preservare i file riservati e sensibili in qualsiasi tipologia di formato essi siano e con regole di accesso trasparenti.

In questo modo, anche per le piccole e medie realtà il cloud può trasformarsi in elemento strategico per lo sviluppo del proprio business, ad esempio nello scambio di informazioni o documenti con partner esteri o con la propria rete di venditori e/o consulenti sparsi sul territorio, non solo nazionale.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here