Gartner crede nello sviluppo del SaaS

Crescita a due cifre per il software as a service, ora che è supportato dai paradigmi PaaS e cloud. Ma il mondo si muove a velocità diverse.

Si avvicina al 18% la crescita prevista da Gartner per il mercato mondiale del software as a service nel corso di questo 2012.
Secondo la società di analisi, infatti, il giro d'affari complessivo del comparto sarebbe destinato a passare da 12,3 ai 14,5 miliardi di dollari nel giro di un anno, per poi continuare in un percorso di crescita robusta fino al 2015, quando potrebbe raggiungere quota 22,1 miliardi.
Queste cifre sarebbero, secondo la metodologia adottata da Gartner, la sommatoria del giro d'affari generato da nuove licenze, abbonamenti, manutenzione, supporto tecnico, upgrade.

Se è vero che il modello SaaS esiste da almeno un decennio, sostiene Gartner, una proposta organica, che lega al software as a Service anche i nuovi paradigmi del Platform as a Service e del cloud stanno spingendo un più convinto processo di adozione nel mondo delle imprese.
Significativo, sempre secondo Gartner, è che non si tratta più di solo software verticale: l'adozione e l'utilizzo più diffusi si registrano oggi su applicazioni orizzontali, quelle che interessano processi trasversali e comuni alle diverse funzioni aziendali.

Esiste, naturalmente, una diversa propensione geografica all'adozione del modello as a service e oggi gli Stati Uniti ancora rappresentano non solo l'area con le maggiori opportunità, ma anche quella con il più elevato tasso di adozione: nel 2011 il mercato statunitense ha pesato da solo per 7,8 miliardi di dollari ed è destinato a superare il tetto dei 9 miliardi nel corso del 2012.
Per quanto riguarda invece l'Europa Occidentale, si parla di una chiusura 2011 a 2,7 miliardi di dollari, destinati a toccare i 3,2 miliardi a fine anno.
In generale, secondo Gartner, l'intera area Emea viaggia a due velocità, con l'area occidentale allineata, nel ritmo di crescita e nel numero di vendor presenti, allo sviluppo statunitense e pronta a uno sviluppo importante anche di player locali, mentre l'area mediorientale rappresenta al momento ancora solo un mercato potenziale, il cui sviluppo è frenato da problematiche di tipo infrastrutturale.

E proprio i freni all'adozione del modello SaaS sono stati oggetto di una attenta analisi da parte di Gartner.
In particolare, negli Stati Uniti la ragione principale che in qualche misura ancora non incoraggia una adozione pervasiva è rappresentata dalla scarsa possibilità di personalizzazione e dalle difficoltà di integrazione nei sistemi esistenti, mentre nell'area Emea le riluttanze nascono dalla instabilità delle connessioni. Nell'Asia-Pacifico, infine, i tempi di deployment rappresentano la difficoltà maggiore, soprattutto laddove si rende necessaria la localizzazione del servizio nelle diverse lingue regionali.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here