Riverbed e Akamai rendono più veloci le applicazioni SaaS

Creata una partnership per offrire una soluzione di accelerazione delle applicazioni Google Apps, Microsoft Office 365 e Salesforce.com.

Il concetto di software-as-a-service (SaaS) ha ormai fatto breccia anche fra le aziende italiane, che magari da specifiche applicazioni sono partire o stanno partendo per sperimentare le potenzialità del cloud computing.
Se Nuvola Italiana di Telecom Italia ha avviato un’opera di penetrazione nel tessuto ramificato delle nostrane Pmi (con risultati per ora inferiori alle attese), Google Apps o Microsoft Office 365 stanno attirando un’attenzione crescente.

Per le realtà che devono far comunicare sedi remote, la lentezza di trasmissione o caricamento delle applicazioni è un problema sentito, che spesso si traduce in frustrazione e perdita di produttività. Le difficoltà sono parimenti sentite quando la fruizione avviene attraverso il modello SaaS ed è per questo che Riverbed e Akamai hanno unito le forze, allo scopo di mettere a punto un’offerta di accelerazione delle applicazioni indirizzata proprio al miglioramento delle prestazioni gestite in modalità SaaS.

Steelhead Cloud Accelerator è una soluzione disponibile come add-on sui prodotti di ottimizzazione Wan di Riverbed e richiede l’acquisto di licenze aggiuntive in ragione del numero di postazioni interessate.
Il prodotto combina i tool di Riverbed con la tecnologia di ottimizzazione Internet di Akamai per aiutare a migliorare le prestazioni non solo della rete aziendale, ma anche sul Web pubblico che viene utilizzato per l’erogazione dell’applicazione SaaS.

La tecnologia di ottimizzazione Wan è abbastanza diffusa fra le aziende che vogliono assicurarsi alte prestazioni nella distribuzione delle applicazioni all’interno della rete aziendale. Nel mondo SaaS, i problemi sono amplificati dalla distanza che di solito separa i data center dei provider dagli uffici dei loro clienti.
“Ecco perché la soluzione congiunta Riverbed-Akamai arriva al momento opportuno per risolvere i problemi prestazionali, togliere pressione dalla banda utilizzata ed eliminare i problemi di latenza sofferti dagli utenti”, ha commentato Albert Zammar, regional sales manager di Riverbed Italia.

Steelhead Cloud Accelerator si rivolge per il momento alle applicazioni Google Apps, Microsoft Office 365 e Salesforce.com, di fatto le più diffuse a livello mondiale in ambito SaaS.
Le due aziende partner intendono inizialmente sfruttare i rispettivi punti di forza sul mercato, Riverbed può vantare una notevole penetrazione fra le multinazionali connesse a livello globale e che hanno necessità di velocizzare il trasferimento dei dati e migliorare le prestazioni delle applicazioni di business. Akamai può contare su una rete di oltre 100mila server distribuiti nel mondo (un migliaio in Italia su circa venti location) e sul controllo di una percentuale compresa fra il 15 e il 30% del traffico Internet mondiale.
“In Italia siamo molto forti sul mercato bancario – spiega il sales manager Luca Collaciani – ma anche nel campo dello streaming video”.
Le due aziende, che hanno avviato la collaborazione quasi un anno fa, lavoreranno a stretto contatto anche per la commercializzazione del prodotto, lavorando soprattutto sui rispettivi clienti finali.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here