Chi sono i nemici della blockchain nella logistica

L'adozione della blockchain da parte dell'industria dei trasporti e della logistica va a rilento, nonostante in molti si attendono una rapida diffusione.

Per l'adozione diffusa serve che i partecipanti del settore della logistica collaborino allo sviluppo di un ecosistema che crei fiducia e vantaggi reciproci lungo la catena del valore.

Lo dimostra lo studio Resolving the Blockchain Paradox in Transportation and Logistics di Boston Consulting Group (Bcg), che discute i risultati di un recente sondaggio su oltre 100 aziende di trasporti e logistica.

La maggioranza degli intervistati (88%) ritiene che la blockchain creerà, almeno in parte, discontinuità nel settore della logistica.

Molti (59%) ritengono che ciò avverrà entro i prossimi due-cinque anni, ma il 74% dichiara di stare esplorando le opportunità solo superficialmente o di non aver mai pensato alla blockchain.

Il 60% degli intervistati ritiene che la mancanza di coordinamento tra gli attori del settore e l'assenza di un ecosistema costituiscano un grave ostacolo all'adozione di blockchain.

Solamente il 16% degli intervistati ritiene di avere una chiara comprensione della tecnologia blockchain e delle sue implicazioni per il proprio settore.

In linea con questo, solamente il 20% circa degli intervistati ha affermato che blockchain è tra le prime dieci priorità strategiche dell'azienda.

Aumentando la trasparenza la blockchain può mitigare la sfiducia che spesso esiste nelle transazioni multiparty del settore.

Eppure questa stessa sfiducia rende difficile riunire i diversi partecipanti del settore in un ecosistema blockchain comune.

Il rapporto di Bcg rileva inoltre che sarebbe utile per le società di trasporti e logistica risolvere il paradosso, dato che i vantaggi includono miglioramenti di velocità, tracciabilità, sicurezza del carico, processi di fatturazione e pagamento.

Tali vantaggi possono determinare sostanziali riduzioni dei costi, contribuendo ad alleviare l'intensa pressione sui margini sofferta da molti operatori del settore.

Le aziende possono anche essere in grado di utilizzare blockchain per sviluppare modelli di business completamente nuovi.

Lo studio identifica 15 casi d'uso per la blockchain nel settore, delinea i fattori di successo per la formazione di un ecosistema industriale e discute i passi che ogni azienda deve intraprendere per promuovere l'adozione.

Per promuoverne l'adozione nei trasporti e logistica, secondo Bcg gli operatori devono essere in grado di capire come la blockchain può creare valore riducendo i punti di attrito nelle proprie operation.

Così facendo, collaborando con fornitori, clienti e anche con i concorrenti, un'azienda può comprendere e implementare soluzioni che rispondono alle sue specifiche esigenze di business.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome