Home Apps Asana, la pianificazione del lavoro di gruppo

Asana, la pianificazione del lavoro di gruppo

Le 30 applicazioni essenziali

Orientarsi nel mare di app non è un’impresa facile. A volte addirittura così laboriosa da indurre a rinunciare anche quando si parla di un’esigenza di lavoro. Eppure, a differenza di quelle per giocare o per il tempo libero, trovare le soluzioni giuste per la propria aziende è un’operazione ormai imprescindibile per garantire la flessibilità e la reattività dettate dagli scenari attuali. Per questo, abbiamo pensato di passare in rassegna i cataloghi di app alla ricerca di trenta tra le quali trovare l’indispensabile per la propria azienda.

Tenere sotto controllo attività di un gruppo di lavoro e stato di avanzamento dei progetti è l’obiettivo di Asana, app di collaborazione e pianificazione con un elevato livello di personalizzazione, a partire dalla composizione dell’interfaccia.

Asana offre infatti uno spazio condiviso la cui vista può essere organizzata con un buon grado di libertà e con la flessibilità necessaria quando si lavora anche in smart working con diversi dispositivi in diverse situazioni. Non si parla necessariamente solo di uno specifico progetto, quanto invece anche della regolare attività di un ufficio.

Ruoli chiari e risorse disponibili

Viene comunemente inserito all’interno della famiglia dei tool di project management, anche se il riferimento più corretto è software di work management o di produttività personale. Si parla quindi non solo di gestione dei progetti, ma del lavoro in senso più generale.

Fino a quando si agisce in un ambito circoscritto infatti, un software di project management come Asana può essere una scelta. Quando le cose iniziano ad andare bene, l’organizzazione cresce e i lavori di moltiplicano, tenere sotto controllo tutto manualmente diventa impossibile e controproducente.

Non a caso alle spalle c’è anche  l’esperienza di un certo Marck Zuckerberg, il fondatore di Facebook che si può considerare esperto in materia. L’obiettivo è fornire uo strumento in grado di assecondare la crescita di un’organizzazione, garantendo l’affidabilità delle informazioni associate ai task, con un punto di riferimento unico e condiviso per la comunicazione, con ruoli e responsabilità chiare.

Elemento iniziale è una serie di elenchi dove ogni team può prendere visione dei  propri compiti, con relative priorità e scadenza. Insieme alle relative risorse sulle quali lavorare, a stretto contatto con gli altri membri del proprio gruppo.

Asana segue i progetti passo passo

Dal pannello di controllo, è visibile lo stato di avanzamento rispetto a obiettivi e scadenze, con la possibilità di apportare agevolmente cambiamenti in corsa, affiancare attività correlate e anche quelle impreviste, rivedendo i relativi piani.

Diversi strumenti automatizzati vengono in soccorso per le operazioni ripetitive. Sulla base dei dati inseriti, e delle regole importate, si possono lasciar gestire ad Asana compiti come le assegnazioni dei lavori o le scadenze. Per chi vuole partire subito, sono oltre cinquanta i modelli di progetto disponibili. All’occorrenza, anche personalizzabili solo in parte.

La configurazione gratuita di Asana offre già diverse opportunità interessanti. Non ci sono infatti limiti per attività, progetti e messaggi. Anche lo spazio di archiviazione è libero, ma si possono caricare nel cloud file non più grandi di 100 MB. Limitata invece a 15 persone la dimensione del gruppo di lavoro.

Per le opzioni a pagamento, da 10,99 euro a 34,99 euro al mese per utente è possibile tra l’altro conservare la cronologia delle operazioni, gestire più pannelli di controllo e la versione più completa delle opzioni di verifica.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php