Home Digitale Nasce la blockchain nazionale per gestire le fideiussioni

Nasce la blockchain nazionale per gestire le fideiussioni

È in fase di avvio, a gennaio 2020, la sperimentazione del progetto nazionale promosso da CeTIF Università Cattolica, Reply e SIA, in collaborazione con Banca d’Italia eIVASS, per digitalizzare il processo di gestione delle fideiussioni su tecnologia blockchain.

Si tratta dell’iniziativa Fideiussioni Digitali, che nasce al termine di uno studio di fattibilità, durato circa quattro 4 mesi, che ha coinvolto una trentina di soggetti primari del comparto assicurativo, bancario e finanziario, della Pubblica Amministrazione e delle imprese.

Obiettivo principale è ridurre il numero delle false fideiussioni che negli ultimi 4 anni, secondo una recente indagine della Guardia di Finanza, ammonta a 1,6 miliardi di euro, oltre a generare efficienza attraverso la dematerializzazione dei documenti.

L’iniziativa mira anche a facilitare la condivisione di informazioni tra gli attori dell’ecosistema (garante, garantito e contraente) attraverso la notarizzazione delle fideiussioni, e garantire la sicurezza dell’intero processo.

La soluzione Fideiussioni Digitali verrà sviluppata all’interno di una sandbox, un ambiente di sperimentazione su dati reali sotto la supervisione di un Comitato Scientifico composto da Banca d’Italia, IVASS, CeTIF, SIA, Reply e altri aderenti all’iniziativa.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php