Il mobile in ospedale piace ma non convince del tutto

Meno della metà di tutti i decisori It del settore sanitario si sente fiduciosa nelle proprie soluzioni di gestione dei dispositivi mobile (Mdm, Mobile device management). E’ il dato principale che emerge dalla ricerca di Vanson Bourne realizzata su 600 It decision maker di Usa, Uk, Francia, Germania e Olanda. In generale comunque cresce il numero di dispositivi mobili utilizzati nell'ambito dell'assistenza sanitaria.

Il mobile per infermieri e uffici amministrativi

Il 90% degli intervistati ha dichiarato di averli implementati nella propria organizzazione o intende attuare un'iniziativa relativa a dispositivi mobili al fine di migliorare l'assistenza ai pazienti e facilitare l'efficienza all'interno del team di assistenza. Le iniziative relative ai dispositivi mobili riguardano una varietà di casi d'uso. Includono la somministrazione di iPhone agli infermieri e medici per facilitare una migliore comunicazione e iPad per laregistrazione dei pazienti ed entertainment. Il sondaggio ha rilevato che dispositivi mobili sono più comunemente usati dagli infermieri, uffici amministrativi e nelle camere di degenza. Le organizzazioni che intendono utilizzare gli strumenti mobile prevedono applicazioni su larga scala e sono convinti che possano essere utili per i team clinici, staff amministrativi e non clinici e pazienti con lunghi o brevi tempi di permanenza nella struttura.

 

Secondo l’indagine il 78% delle organizzazioni esaminate dispone di una soluzione di gestione dei dispositivi mobili, ma fra quelle dotate di Mdm il 30% non è soddisfatto della soluzione attuale.

Meno della metà (45%) delle organizzazioni è molto soddisfatta della gestione dei dispositivi mobili. E quasi tutti (95%) sono convinti che la soluzione potrebbe essere migliorata.

Privacy e sicurezza sono le preoccupazioni

Fra le preoccupazioni principali ci sono ovviamente privacy e sicurezza dei dati, conformità e un uso inappropriato da parte dei dipendenti oltre alle gestione delle patch.
Per quanto riguarda i vantaggi, la metà degli intervistati ha dichiarato di aver registrato un miglioramento della comunicazione tra il personale, mentre quasi ha rilevato una maggiore efficienza e il miglioramento delle comunicazioni tra pazienti e personale.

Il numero di coloro che hanno fiducia nell'uso dei dispositivi mobili è però diminuito del 10% dal 2016, scendendo al 49%, a causa di una serie di violazioni dei dati sanitari. Gli intervistati hanno ammesso che una delle cause principali di questo calo è stata la sicurezza. Quasi la metà (49%) vorrebbe vedere un miglioramento nella sicurezza della propria soluzione Mdm.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO SU 01HEALTH

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome