Home Sostenibilità Lexmark sostenibile: emissioni di carbonio zero entro il 2035

Lexmark sostenibile: emissioni di carbonio zero entro il 2035

Lexmark ha annunciato il proprio piano per azzerare le emissioni di carbonio entro il 2035.

A partire dal 2005, Lexmark ha ridotto le emissioni globali del 62% ed è sulla buona strada per raggiungere l’obiettivo della riduzione del 40% dai livelli del 2015 entro il 2025. Ad oggi questi risultati sono stati raggiunti diminuendo l’uso di energia e di nuove plastiche, ma anche grazie al riutilizzo dei device, all’impegno globale nel riciclo e alla progettazione di prodotti pensati per durare nel tempo. Per conseguire l’obiettivo di zero emissioni previsto per il 2035, Lexmark continuerà a perseguire e investire in nuovi programmi.

I materiali di consumo rappresentano un’area in cui Lexmark ha avuto particolare successo nel ridurre il proprio impatto. Grazie al Cartridge Collection Program, istituito nel 1991, Lexmark, in 30 di attività, ha evitato che 100 milioni di cartucce esauste finissero in discarica. La plastica riciclata post-consumo (PCR) derivante da quelle che non possono essere riutilizzate, viene trasformata in cartucce e componenti per nuove serie di stampanti e dispositivi multifunzione Lexmark. Della flotta di device Lexmark, il 92% dei modelli contiene materiale PCR, con oltre l’80% di essi che arriva ad averne oltre il 30%.

La riduzione delle emissioni di carbonio dell’azienda può essere in parte ottenuta anche grazie alla realizzazione di dispositivi progettati per durare – quelli Lexmark hanno un ciclo di vita medio di sette anni, ben oltre la media del mercato. Il 96% dei device soddisfa, inoltre, la certificazione Energy Star, rispondendo a standard elevati di efficienza energetica. Quando i dispositivi raggiungono la fine del proprio ciclo di vita, Lexmark mira a riutilizzare quanto più materiale possibile. Il 39% della plastica nei nuovi device e il 37% nelle nuove cartucce è interamente riciclato, numeri che l’azienda prevede di aumentare ulteriormente.

Per i clienti che intendono ridurre il consumo di carta, tutti i dispositivi sono dotati di Print Release, che consente ai dipendenti di inviare lavori di stampa da qualsiasi luogo e di ritirarli utilizzando un login sicuro su qualsiasi dispositivo, stampando solo ciò di cui hanno effettivamente bisogno. Per i fogli che vengono stampati, i clienti possono anche beneficiare della partnership con PrintReleaf, che consente di tenere traccia del consumo di carta e convertire questo dato nel numero equivalente di alberi da ripiantare.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php