L’App Economy in azienda raddoppia il fatturato

Fatturato +106% e utili +50% per chi adotta strategie mirate sulle Apps aziendali. In Italia c’è forte promessa di aseguarsi con DevOps e internazionalizzazione dello sviluppo, ma stiamo fermi o quasi.

Per la maggior parte, le imprese italiane non stanno cogliendo le opportunità di business offerte dell’Application Economy. È quanto emerge da un nuovo studio internazionale, How to survive and thrive in the Application Economy, condotto da Vanson Bourne per conto di Ca Technologies. Il documento di sintesi su scala mondiale è disponibile a questo indirizzo, mentre i dati italiani, diretti e di confronto, sono fornito direttamente da Ca.
Soltanto il 38% del mondo aziendale italiano sembra infatti reagire a questo nuovo fenomeno, contro il 52% del campione statunitense.
Nell’ultimo anno le imprese italiane hanno rilasciato in media 3,9 app di tipo customer-facing, meno della metà di quelle lanciate dalle loro omologhe tedesche e meno di quelle nel Regno Unito e in Spagna.
Fra i motivi dell’inerzia rilevata fra le aziende italiane si iscrivono vincoli di bilancio (citati dal 33% delle imprese italiane), la mancata comprensione dei potenziali benefici da parte dei quadri direttivi (27%) e la grande difficoltà a cambiare la strategia societaria (25%).
“Prosperano le aziende che riconoscono l’importanza del software e si adattano di conseguenza: internalizzando lo sviluppo del software, operando acquisizioni mirate oppure investendo in tecnologie”, ha dichiarato Michele Lamartina, Country Leader di CA Technologies Italia.
Gli effetti dell’Application Economy sono senza dubbio già percepibili: circa il 44% delle aziende italiane interpellate ha confermato che l’Application Economy sta determinando un effetto fortemente dirompente, percentuale più alta di quella rilevata in Germania, Spagna e Regno Unito. Il 31% delle imprese intervistate in Italia ne sta già avvertendo i contraccolpi al proprio interno.
Svariati segni colti dalla realtà italiana sembrerebbero indicare la necessità di agire senza indugio. Secondo lo studio, il 90% delle linee di business italiane intervistate sarebbe soggetto a forti sollecitazioni e richieste di rilascio di nuove applicazioni o servizi in tempi più brevi rispetto al passato, vuoi per contrastare la concorrenza (60%), vuoi per assecondare le crescenti necessità ed aspettative dei clienti (44%).


DevOps è una risposta

In risposta alle nuove esigenze, l’84% delle aziende italiane ha in progetto di adottare un approccio DevOps per velocizzare la realizzazione delle applicazioni e le aziende che aderiscono a questa metodologia sono più svelte a rispondere alle esigenze del mercato. A livello internazionale, le aziende che mettono in pratica nuove strategie (tra le quali DevOps) registrano un aumento del fatturato pari al 106% e una crescita degli utili del 68%.
Altre hanno intenzione di riportare almeno parzialmente in casa lo sviluppo del software, ponendo maggiore accento sulle funzioni applicative legate al business, mentre il 46% ha già acquisito o ha in progetto di acquisire nei prossimi 12 mesi una software house per aggiungere nuove competenze e professionalità cruciali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here