Home Prodotti Hardware iMac 27": arrivano gli SSD, le più recenti Cpu Intel e una...

iMac 27″: arrivano gli SSD, le più recenti Cpu Intel e una nuova grafica

Senza grande clamore, come sempre più spesso accade ultimamente, Apple ha aggiornato in modo sostanziale la sua linea di iMac 27” e ha apportato anche qualche piccola miglioria agli iMac 21” e ai Pro.

Le modifiche introdotte nell’iMac 27” hanno riguardato diverse parti, dal processore allo storage, dalla memoria alla grafica fino ala videocamere e all’audio integrati. Vediamole in dettaglio.

Il processore

Apple ha dotato i nuovi iMac 27” dei più recenti processori Intel da 6 e 8 core di decima generazione in modo, sostiene l’azienda, di garantire performance di livello pro per ogni esigenza. Per la prima volta, i professionisti che hanno bisogno di ancora più potenza potranno configurare il loro iMac 27″ con un processore 10 core, con velocità TurboBoost fino a 5 GHz per avere incrementi delle prestazioni della CPU fino al 65% rispetto ai modelli precedenti. Inoltre, iMac permette di installare fino a 128 GB di memoria, il doppio rispetto a prima, per gestire in scioltezza anche le app più impegnative.

La grafica

Apple non esita a dire che l’iMac 27″ è l’ideale per i rendering grafici, la gestione di più stream video 4K e i giochi dalla grafica più complessa. Questo perché i benchmark indicano che le prestazioni grafiche sono più veloci del 55 percento. Un risultato ottenuto grazie alla GPU AMD Radeon Pro serie 5000, che sfrutta la nuova architettura RDNA di AMD basata su unità di elaborazione ancora più veloci ed efficienti. E per offrire prestazioni ancora maggiori a chi utilizza app professionali che richiedono grandi quantità di memoria video, iMac è disponibile per la prima volta anche nella versione con 16 GB di memoria, il doppio rispetto al modello da 27″ di generazione precedente.

Lo storage

È terminata l’era degli hard disk. Tutti i modelli di iMac 27″ hanno di serie l’archiviazione SSD con prestazioni ultra veloci fino a 3,4 GB/s per lanciare applicazioni e aprire file di grandi dimensioni.  E per la prima volta, chi ha bisogno davvero di tanto spazio di archiviazione potrà configurare il suo iMac 27″ con un’unità SSD da 8 TB e avere il quadruplo della capacità di archiviazione rispetto al modello iMac 27” di generazione precedente.

Il taglio base degli SSD è di 256 GB sul modello “entry” e 512 GB sugli altri due iMac 27” a listino. Forse Apple poteva offrire qualche GB in più.

iMac ha anche un processore Apple T2 Security di seconda generazione progettato da Apple con controller di archiviazione e crittografia in tempo reale per tutti i dati salvati sull’unità SSD, che così rimangono sempre protetti. E poiché il chip T2 verifica anche che il software caricato durante la procedura di avvio non sia stato manomesso, l’iMac 27″ e tutti i Mac con chip T2 offrono l’archiviazione e l’avvio più sicuri di sempre.

Il display

Con 14,7 milioni di pixel, un miliardo di colori, luminosità di 500 nit e ampia gamma cromatica (P3), il display Retina è uno dei componenti dell’iMac più apprezzati. E ora, grazie alla tecnologia True Tone, il display Retina 5K dell’iMac 27 regola automaticamente la temperatura del colore in base alla luce dell’ambiente in cui si trova l’utente.

Non solo. Il display del nuovo iMac è disponibile anche in versione con nanotexture, introdotto per la prima volta nel Pro Display XDR, per una visione migliore in diverse condizioni di luminosità, come una stanza molto luminosa o con luce naturale indiretta.

Diversamente dai classici schermi opachi che in genere hanno un rivestimento che disperde la luce, questo schermo all’avanguardia è realizzato con un processo che incide il vetro a livello nanometrico. Si ottiene così un display con riflettanza estremamente bassa, ancora meno riflessi e maggiore contrasto.

Videocamera e altoparlanti

Per chi usa l’iMac principalmente per restare in contatto con amici, parenti e colleghi, la videocamera FaceTime HD ora ha una risoluzione di 1080p, mentre il processore ISP del chip T2 Security ottimizza la mappatura dei toni, il controllo dell’esposizione e il rilevamento dei volti per una qualità video superiore.

In aggiunta alla videocamera migliorata, il chip T2 Security gestisce gli altoparlanti, per offrire un’equalizzazione variabile, un suono più bilanciato di assoluta alta fedeltà e bassi più profondi. Infine, i nuovi microfoni in array di qualità professionale garantiscono un audio ottimale per videochiamare con FaceTime o registrare podcast, memo vocali e molto altro direttamente dal Mac.

Aggiornati anche l’iMac 21,5″ e l’iMac Pro

Apple ha apportato anche qualche modifica ai modelli di iMac da 21,5″ e Pro. I primi hanno ora di serie l’archiviazione SSD, ma si potrà scegliere anche la configurazione con Fusion Drive.

Dal canto loro gli iMac Pro hanno come dotazione standard un processore Intel Xeon 10 core.

I prezzi

È già possibile ordinare il nuovo iMac 27″ con prezzi a partire da 2.199 euro. Mentre i nuovi modelli di iMac 21,5″ e iMac Pro hanno prezzi rispettivamente a partire da 1.349 euro e 5.599 euro. apple.com/it/mac.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php