Ibm, il blade che fa media

Big Blue rilascia il BladeCenter S, ideato appositamente per le Pmi.

Ibm ha rilasciato il primo blade server ideato per le piccole e medie imprese. Il nuovo sistema punta a ridurre i 25-45 server utilizzati dalle società di medie dimensioni (che Gartner individua come quelle fra i 100 e i 1.000 dipendenti) fino all'80%, in modo tale da consentire a queste aziende di consolidare le attività dei propri datacenter.

Il BladeCenter "S" può stare su una scrivania, essere collegato a una normale presa di corrente e gestire fino a sei blade server con l'aggiunta di storage.

Sempre secondo la tassonomia di Gartner, circa 10 dei server delle medie imprese corrispondono a sistemi che eseguono funzioni individuali o specialistiche, come lo storage, la sicurezza e il Web serving.

L'idea di Ibm è che Integrando queste funzioni in un sistema blade, le aziende possono essere in grado di ridurre drasticamente l'insieme disordinato di server collegati con i classici data center e ridurre i costi di gestione giornalieri.

Il BladeCenter S, difatti, è stato progettato per essere gestito da un unico amministratore. Il sistema può essere configurato per la prima volta in modo analogo a un pc. Con un'interfaccia di installazione guidata, un amministratore può collegare i server al sistema, il sistema a una presa di corrente e attivare uno strumento di gestione che consente una configurazione facile "punta e clicca" tramite un'installazione "identica" o "personalizzata". Per le aziende che operano con filiali, gli amministratori informatici delle sedi centrali possono preconfigurare centinaia di sistemi che operano allo stesso modo e inviarli sapendo che un direttore di filiale sarà in grado di collegare un sistema e alimentarlo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome