Home Prodotti Mobile Huawei, la strategia per il futuro passa da Appgallery

Huawei, la strategia per il futuro passa da Appgallery

Huawei prosegue nel proprio intento strategico verso la creazione di un ecosistema autorevole, puntando con decisione su Appgallery.

La graduale proliferazione del 5G significa un’esperienza mobile rivoluzionata.
Sempre più spesso, i consumatori utilizzano più dispositivi in vari scenari e le app per dispositivi mobili sono la chiave per un’esperienza sempre più ricca e iperconnessa.
Come tale, Huawei ritiene che la domanda di applicazioni più intelligenti non farà che aumentare e per questo vuole essere in prima linea per consentire questo enorme cambiamento.

Appgallery è oggi il terzo market di app più utilizzato al mondo, disponibile in oltre 170 nazioni e con più di 400 milioni di utenti mensili. Per ulteriormente sviluppare questo ecosistema, Huawei ha messo in campo le sue notevoli risorse, dedicando più di 3000 ingegneri in questo ambito.

Huawei ha voluto sottolineare come AppGallery implementi il massimo livello di verifica per isolare e proteggere i dati sensibili e la privacy degli utenti. Le informazioni sensibili come i dati biometrici, non verranno mai elaborate al di fuori del proprio dispositivo, dando all’utente il controllo completo sui propri dati personali.

Consapevole del fatto che il successo di un market di app dipende essenzialmente da queste ultime, Huawei è costantemente al lavoro per aumentare la selezione delle migliori applicazioni che sono diventate un punto fermo dello stile di vita digitale dei suoi utenti. AppGallery segmenta le applicazioni in 18 categorie,  ricercabili il tutto ricercabile con facilità.
Laddove non sia presente una app, gli utenti possono inviare il nome dell’app desiderata a una “Wishlist“. Non appena questa app sarà presente in Appgallery, l’utente riceverà una notifica.
AppGallery sfrutta anche le ‘Quick Apps: si tratta di un nuovo tipo di app senza installazione.
Forniscono una buona esperienza utente, funzioni avanzate e aggiornamenti automatici per le pagine Html5, pur utilizzando pochissimo spazio di memoria.
Infatti, le Quick Apps richiedono un quinto del codice normalmente necessario alle app Android: ecco spiegata la ridotta dimensione.

Gli utenti possono ospitare più di 2.000 applicazioni rapide invece di solo 20 applicazioni native con solo 1GB di spazio.
Proprio come le tradizionali app, anche le Quick Apps possono essere aggiunte al desktop per un rapido accesso.
Le applicazioni rapide sono utilizzati su oltre 350 milioni di telefoni Huawei. Ad oggi, ci sono più di 1.700 applicazioni rapide rilasciate a livello globale, una crescita del 200% anno su anno.
Per tenere il passo con il 5G, Quick App verrà gradualmente implementato in più paesi e regioni.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php