Hp, un ponte fra server e storage

A Palo Alto puntano ad avere un’unica piattaforma di management dei sistemi. Obiettivo più vicino, con la suite Storage Essentials.

Hp ha unito lo storage management alla gestione dei server.


Passo epocale, che mette la casa di Palo Alto in posizione avanzata sul fronte della gestione sistemica, e che si concretizzerà sul mercato esattamente fra un mese, alla fine di marzo.


Il modo per farlo è la suite Storage Essentials, che Hp ha realizzato basandosi sulla soluzione StorageAuthority di AppIq, società con la quale ha un accordo Oem.


Storage Essentials, infatti, è un set di plug-in creati per unificare la gestione di isole San e di server multivendor, allo scopo di farli lavorare assieme.


La quadratura del cerchio, insomma, per molte realtà eterogenee, sia dal punto di vista sistemico, sia sotto il profilo gestionale.


Un consolidamento, de facto, fra server e storage management, però, che non può prescindere dall'integrazione con Hp System Insight Manager, il tool, ora in versione 4.2, che Hp introdusse a fine 2003 per unificare la gestione dei server Intel e non Intel sotto un'unica console.


In tal senso, Storage Essentials può essere interpretato come il secondo passo di Hp verso la costruzione di una piattaforma di gestione comune.


A partire da fine marzo, gli utenti di Insight Manager 4.2., allora, potranno beneficiare di alcune funzionalità di storage management, come l'autenticazione, le viste topologiche, il mapping e il setting di alert e allarmi. Il tutto gratuitamente, anche perché si tratta di funzioni basate su tecnologia open source (JBoss e PostgreSql).


Per avere le altre funzioni dello storage management evoluto dovranno pagare, a seconda dei moduli che sceglieranno, e che andranno dalla console per la gestione delle San a tool analitici, dagli strumenti di provisioning con analisi delle performance applicative a quelli per il trattamento di applicazioni specifiche, come Oracle, Exchange e Sybase.


Storage Essentials supporta piattaforme Windows, Linux, Hp-Ux, Solaris, Ibm-Aix. Irix, e gli standard J2Ee, Wbem e Wmi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here