Hp rafforza la strategia di utility computing grazie a Consera e Novadigm

Con una coppia di acquisizioni, la società di Palo Alto mette altra carne sul fuoco della gestione basata sui servizi delle infrastrutture It.

5 febbraio 2004

Hp annuncia la sua intenzione di acquistare Consera Software e Novadigm, affilando così ulteriormente le armi sul fronte dell'utility computing. Le due saranno in grado di fornire componenti addizionali alla piattaforma di gestione dei sistemi OpenView, nucleo centrale della sua strategia battezzata Adaptive Enterprise
Le funzionalità aggiuntive permetteranno di monitorare le operazioni It e identificare problemi quali l'overloading dei server o i malfunzionamenti che si possono presentare nei sistemi storage.

Il programma di Novadigm è progettato per automatizzare gli aggiornamenti dei software e altre attività di gestione delle configurazioni, garantendo un nuovo elemento di standardizzazione all'interno di ambienti It di tipo misto.

Il software di Consera è pensato per permettere alle aziende di creare un'infrastruttura tecnologica standardizzata, in grado di rispondere rapidamente ai cambiamenti intervenuti nelle esigenze di business.

“Insieme, questi due elementi - ha chiarito Nora Denzel, senior vice president dell'iniziativa Hp Adaptive Enterprise - siamo oggi in grado di governare tutti i compiti di gestione dell'It da un unico punto di controllo”.

Hp pagherà 6,1 dollaro per ciascuna azione Novadigm, per un ammontare complessivo dell'operazione stimato in 122 milioni di euro. Questo accordo dovrebbe essere perfezionati entro la fine del primo semestre dell'anno.
I termini finanziari dell'accordo con Consera, invece, non sono ancora stati resi noti anche se si sa che il contratto dovrebbe essere perfezionato entro 30 giorni.

Le due acquisizioni seguono a breve distanza una serie di altri contratti, tra i quali spicca l'acqusizione dei diritti sul software per la gestione delle identità di Baltimore Technologies, lo scorso settembre, oltre a quella dello specialista di Ilm (Information lifecycle management) Persist Technologies, conclusa lo scorso novembre.

Le tecnologie di entrambe le società rilevate saranno rimarchiate col brand OpenView anche se vendute come moduli separati dal nucleo della piattaforma di managing delle infrastrutture It di Hp. I prodotti della suite continueranno, in ogni caso, a supportare anche altri software di gestione. Hp, va ricordato, al momento infatti continua a rivendere l'intera linea di soluzioni di gestione del ciclo di vita dei software di Altiris, usufruendo altresì dei suoi servizi professionali. Tuttavia, chiarisce Denzel, le acquisizioni non avranno alcun effetto sui rapporti di Hp con questa società.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here