Guarda e registra la TV sul computer

Il test di quattro dispositivi esterni e interni per visualizzare le trasmissioni televisive sul PC

luglio 2005 I personal computer più recenti, con l'aggiunta
di una scheda o di un box esterno, possono trasformarsi in stazioni in grado
di sintonizzare e registrare trasmissioni TV analogiche, digitali terrestri
e satellitari.

In più permettono di ascoltare la radio, consultare il televideo, acquisire
filmati da sorgenti esterne, montare i video registrati in proprio o dalla TV
con tanto di effetti speciali, riversarli su DVD con menu d'impatto o
trasformarli in Divx.

I computer che montano Windows Media Center offrono molte di queste funzioni
di serie, ma la maggioranza degli utenti ha un normale PC, che per accedere
al mondo dei video ha bisogno di schede o box esterni.

Proviamo in questo articolo quattro soluzioni, dalle economiche e interne
di Leadtek e Sapphire, passando per l'avanzata
di Pinnacle e per finire con il box esterno di Plextor.

Le schede possono presentarsi sia come classica scheda PCI
da montare all'interno del computer, sia come dispositivi esterni da collegare
alle porte FireWire o USB 2.0, le uniche che possono garantire la necessaria
velocità di trasferimento.

I box esterni hanno il vantaggio di essere semplici da installare,
di poter essere collegati solo quando servono, e di poter essere spostati facilmente
da un computer all'altro.

Abbiamo notato una evoluzione nelle schede TV rispetto al passato. Miglioramenti
ci sono stati nella funzione di videoregistrazione. Fino a qualche anno fa per
poter registrare un video in piena qualità TV erano disponibili solo
poche schede professionali, solitamente dedicate alla registrazione da sorgenti
esterne e prive di sintonizzatore.

Le prime soluzioni integrate, soprattutto di Matrox ed ATI, inserivano funzionalità
di acquisizione video nella scheda grafica, ma anche qui le possibilità
di usare il PC come un videoregistratore restavano poco efficienti.

Oggi invece ci sono schede in grado non solo di sintonizzare i canali televisivi,
ma anche di videoregistrarli su disco rigido con qualità DVD.

Inoltre appaiono funzionalità aggiuntive come il Time Shift, ovvero
la possibilità di mettere in pausa una trasmissione televisiva riprendendone
la visione dal punto voluto, mentre si continua a registrarne il seguito in
tempo reale, che rendono queste schede possibili sostitute dei PVR (Personal
Video Recorder) da tavolo, ovvero i videoregistratori con hard disk interno
sul quale vengono registrate le trasmissioni TV.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here