Home Apps Google cambia il processo di revisione delle app per la monetizzazione

Google cambia il processo di revisione delle app per la monetizzazione

Google sta introducendo un nuovo processo di revisione delle app su AdMob e Ad Manager, per aiutare a creare un ecosistema di annunci pubblicitari pulito e sicuro sia per gli sviluppatori che per gli inserzionisti.

Il processo, ha sottolineato la società di Mountain View, contribuirà a migliorare la qualità dell’inventario delle app mobili per gli sviluppatori che scelgono di monetizzare con entrambe le piattaforme.

Insieme a iniziative come il supporto per app-ads.txt e sellers.json, per Google anche questa iniziativa è tesa ad aumentare la qualità dell’inventario e a rafforzare la fiducia degli inserzionisti al fine di creare più valore per i publisher.

Google app

La app review è un nuovo processo che valuta la qualità dell’inventario di un’app mobile prima di consentire l’ad serving senza restrizioni. Passando attraverso il processo, i publisher otterranno una visione unificata dello stato di approvazione di tutte le loro app con un feedback attivabile.

Questo feedback li aiuterà a risolvere i problemi in anticipo e a ridurre la probabilità di future violazioni della policy. Le app review, ha annunciato Google, saranno introdotte gradualmente nel 2021 con due caratteristiche: app readiness e app claiming.

Con l’app readiness, i publisher dovranno collegare le nuove app mobili che vogliono monetizzare con AdMob o Ad Manager ad almeno un app store supportato. Il collegamento di un’app darà il via a un processo di revisione che controlla cose come la proprietà dell’app da parte del publisher e la conformità alle policy di AdMob o Ad Manager.

Google introdurrà gradualmente l’app readiness in tutti gli account dei publisher per AdMob e Ad Manager a partire da aprile 2021.

Google app

Con l’app claiming, i publisher possono dichiarare un elenco completo dell’inventario delle loro app con la possibilità di gestire e monitorare lo stato di revisione di tutte le app direttamente nel loro account AdMob o Ad Manager.

Con questa funzione, i publisher riceveranno suggerimenti di app mobili che vengono monetizzate utilizzando il loro publisher ad code, ma che non sono state aggiunte al loro account AdMob o Ad Manager. I publisher potranno agire sui suggerimenti a partire dalla metà del 2021, e alla fine saranno tenuti ad aggiungere tutte le app al loro account per consentire un ad serving illimitato.

Google ha pertanto consigliato ai publisher di completare il processo di app review collegando le app mobili agli app store supportati e con il claim delle loro app mobili per evitare potenziali interruzioni nella monetizzazione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php