<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1126676760698405&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home Cloud DevOps, come Slim.AI aiuta gli sviluppatori a creare app containerizzate

DevOps, come Slim.AI aiuta gli sviluppatori a creare app containerizzate

Slim.AI è una startup fondata nel 2020 con un obiettivo preciso: creare una tecnologia per gli sviluppatori che rimuova l’attrito DevOps e li aiuti nella delivery di applicazioni cloud-native pronte per la produzione e sicure.

Si contano già a decine di migliaia – ha sottolineato l’azienda – gli sviluppatori che usano il software open source e la piattaforma SaaS di Slim.AI ogni giorno.

La vision di Slim.AI è quella di ridefinire il futuro di DevOps, che faccia sì che DevOps non comporti attrito per gli sviluppatori.

A fondare Slim.AI sono stati due professionisti con una profonda esperienza nella sicurezza basata sul cloud e una storia di startup di successo: Kyle Quest e John Amaral.

Slim.AI

Kyle Quest, co-fondatore e CTO di Slim.AI, è il creatore di DockerSlim, uno strumento affidabile per ottimizzare e semplificare l’esperienza di sviluppo di app containerizzate.

John Amaral, CEO e co-fondatore, prima di Slim.AI è stato responsabile di prodotto per Cisco Cloud Security.

Insieme, hanno co-fondato Slim.AI con la mission di permettere agli sviluppatori di costruire ed eseguire le loro applicazioni cloud-native più facilmente e più velocemente di prima.

Il tutto, nell’impostazione di Slim.AI, parte dalla fase di discover, per iniziare con l’immagine più adatta alle proprie esigenze. La piattaforma consente di esplorare i principali registry pubblici per trovare l’immagine di container giusta per il proprio progetto.

Slim.AI

Se non si sa cosa c’è nei propri container, sottolinea però Slim.AI, non si può contare sulla sicurezza del software. La piattaforma Slim aiuta ad approfondire i contenuti in modo da poter analizzare, ottimizzare e confrontare le modifiche su più container o versioni.

Il progetto open source DockerSlim aiuta poi a ottimizzare automaticamente le proprie immagini container, e rimuovere i package ingombranti o pericolosi, in modo da far arrivare in produzione solo ciò di cui si ha bisogno.

In questo modo, la piattaforma Slim può aiutare il team a migliorare in modo automatico la sicurezza del software e della supply chain, a mettere a punto i container per lo sviluppo, i test e la produzione e a pubblicare nel cloud app sicure basate su container.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php