Non è l’unico orologio connesso che può fregiarsi dell’etichetta “Swiss Made” (un esempio qui), ma è probabilmente l’unico smartwatch vero e proprio realizzato da una prestigiosa manifattura orologiera svizzera: con questa nuova creazione modulare TAG Heuer introduce la seconda generazione del suo connected watch.

Il TAG Heuer Connected Modular 45 unisce il mondo della manifattura orologiera tradizionale a quello della tecnologia digitale, stabilisce un ponte tra La Chaux-de-Fonds, culla dell'orologeria svizzera e sito Patrimonio dell'Umanità UNESCO, e la Silicon Valley. Partner di TAG Heuer nella realizzazione dell’orologio sono infatti stati Intel e Google. Il frutto di questa collaborazione è per l’appunto un orologio connesso di lusso “Swiss Made” (assemblato nella Manifattura TAG Heuer di La Chaux-de-Fonds in Svizzera), dal diametro di 45 mm, da cui il nome di Connected Modular 45 (vedremo magari anche altre dimensioni in futuro?).

TAG Heuer Connected Modular

Di lusso ma naturalmente smart: il TAG Heuer Connected Modular 45 è potenziato da un processore Intel Atom serie Z34XX e si basa sul sistema operativo Android Wear 2.0 introdotto di recente. La collaborazione di TAG Heuer con Intel si è focalizzata sulla tecnologia smart e sulle opzioni di connettività dell'orologio, tra cui Bluetooth, Wi-Fi, GPS e NFC. La scheda madre dell’orologio è prodotta in Svizzera, e la fase del montaggio finale e le prove vengono eseguite presso il laboratorio TAG Heuer di La Chaux-de-Fonds. Il TAG Heuer Connected è dotato di una memoria di 4 GB, di una batteria al litio che garantisce una giornata di autonomia, di un piccolo microfono impermeabile per Google Assistant e di un vetro zaffiro tattile da utilizzare per l’interazione, oltre alla corona posizionata a ore 3. Lo schermo è OLED.

TAG Heuer Connected Modular

TAG Heuer Connected Modular

Questo dal punto di vista tecnologico, ma sarebbe difficile giustificare il livello di prezzo di un orologio di lusso se il TAG Heuer Connected Modular 45 si fermasse a queste caratteristiche. Il livello di design, di cura nella progettazione e nelle finiture, di attenzione ai dettagli e di standard qualitativi è lo stesso degli orologi di lusso della casa.    Il Connected Modular è un modello della famosa collezione Carrera di TAG Heuer. Il nome Modular deriva dal fatto che le anse, il cinturino, la fibbia e soprattutto la cassa, cioè il modulo centrale dell’orologio, sono intercambiabili. L’orologio è altamente personalizzabile: esistono, al lancio, ben 56 diverse versioni, e negli store sarà possibile trovare 11 modelli standard più altri 45 su richiesta. Considerando le versioni della cassa (titanio di grado 5 lucido o satinato, placcata oro rosa 5N 18 carati o in ceramica nera con o senza diamanti) i numerosi cinturini (non meno di 18 referenze) e il resto, ci sono innumerevoli combinazioni da esplorare. Inoltre, dal punto di vista software abbiamo a disposizione 30 quadranti realizzati da TAG Heuer, alcuni dei quali ispirati a pezzi storici della casa.

TAG Heuer Connected Modular

Come se ciò non bastasse, il corpo centrale dell’orologio può essere il modulo connesso oppure un modulo basato su un movimento meccanico svizzero, come un calibro 5 a 3 lancette o addirittura uno con il tourbillon, la più prestigiosa delle complicazioni e massima espressione dell'arte orologiera. Acquistando più moduli, non solo si può cambiare l’orologio dal punto di vista estetico, ma anche cambiarne “l’essenza” a seconda dell’umore e della situazione: cosa indossiamo oggi, un moderno smartwatch o un affascinante meccanico?

Certo, queste ipotesi suggestive devono prendere in considerazione la realtà dei costi di un orologio svizzero di lusso, perché gli ordini di grandezza sono questi e non quelli degli smartwatch “ordinari”. Il TAG Heuer Connected Modular 45 è in vendita a partire da 1.600 euro: chiaramente a seconda delle versioni il costo può salire anche di molto, raggiungendo e superando anche i 6.000 euro in alcune varianti. È disponibile anche un set Deluxe con un connected watch (in titanio grado 5 con anse in titanio e cinturino in pelle naturale marrone) e il modulo meccanico tourbillon cronografo certificato COSC Heuer-02T, più un cinturino in caucciù nero supplementare, al prezzo totale di 16.650 euro.

La compatibilità dichiarata dalla casa parla di Android 4.3 o superiore e anche di “iPhone 5 o versioni successive dotati di sistema operativo iOS 9 o superiore”: viene però esplicitamente sottolineato che “Le funzioni supportate possono variare a seconda del sistema”, e Android Wear non ha una storia sempre esaltante di compatibilità con iOS, finora; speriamo che con la 2.0 le cose inizino a cambiare.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome