Da Modena Tetra Pack genera valore in 30 Paesi nel mondo

Obiettivi di controllo e monitoraggio da remoto raggiunti grazie a InfraStruxure e alla suite StruxureWare for Data Centers della divisione It di Schneider Electric.

È una soluzione “su misura” quella realizzata con tecnologia Schneider Electric per Tetra Pack da Vem Sistemi, fornitore di soluzioni e servizi in ambito Ict di fiducia del Gruppo.
Deciso a essere il più possibile compatibile con l’ambiente, il noto brand attivo nel trattamento e confezionamento di alimenti liquidi, ha scelto di rinnovare il datacenter che dalla sede di Modena offre servizi alla sede principale e alle aziende che ne fanno parte, dislocate in 30 diversi Paesi nel mondo.

Un investimento in innovazione, quello messo a punto con gli apparati di contenimento InfraStruxure e la suite di gestione StruxureWare for Data Centers della divisione It di Schneider Electric, che ha consentito all’It manager di Tetra Pack, Marco Volpi, di fare affidamento su un sistema controllabile da remoto per monitorare le funzioni vitali e le prestazioni del datacenter e di tutti i suoi componenti senza che si rendesse necessaria la presenza fisica degli operatori in loco.

Così facendo, Tetra Pack ha trasformato il proprio centro dati in un asset capace di generare valore aggiunto e confermato Schneider Electric quale fornitore di riferimento per le infrastrutture del datacenter del gruppo in tutto il mondo.

A oggi, infatti, la nuova infrastruttura mette a disposizione un sistema pronto per sviluppi futuri negli ambiti comunicazione, collaboration, mobility e smart working, che prevedano l’introduzione di nuovi server fisici o virtuali in un ambiente completamente ridondato dal punto di vista dell’approvvigionamento energetico per azzerare i rischi di indisponibilità dei servizi dovuti a interruzioni dell’alimentazione elettrica.

Integrando anche un sistema di cablaggio e accessori per le applicazioni ad alta densità, a sua volta, Vem Sistemi si è fatto particolarmente apprezzare per la capacità di convertire le scelte di indirizzo dell’azienda in veri e propri strumenti a supporto della sua attività.

Il tutto per una resa che, considerando il Pue (Power Usage Effectiveness) come parametro di riferimento, risulta poco oltre l’1,5 rispetto al livello di oltre il 2,5 stimato inizialmente, mentre la riduzione teorica dei consumi in termini di risparmio energetico supera i 30 punti percentuali.
Non da ultima, la completa ridondanza dei componenti, la possibilità di sostituzione a caldo e il monitoraggio da remoto, utili a non dover mai interrompere l’operatività del datacenter, a tutto vantaggio del business Tetra Pack.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here