System availability Schneider Electric per Popolare di Sondrio

Risparmi energetici del 30% con il capacity planning di Lan & Wan Solutions realizzato con InfraStruxure per una supervisione centralizzata del datacenter.

Un’infrastruttura datacenter rinnovata per rispondere alle nuove esigenze di disponibilità e continuità espresse dal business.
Accade presso il centro servizi messo a punto dalla Banca Popolare di Sondrio dove, nel 1993, l’ammodernamento del sistema informativo composto da più di 90 server fisici, oltre 600 macchine virtuali e da una serie di sistemi storage non era più procrastinabile.

Cresciuta rapidamente dopo la diffusione dei servizi via Web e l’utilizzo di apparati dedicati, l’infrastruttura raccontata da Piergiorgio Spagnolatti, referente server farm e sistemi distribuiti della società cooperativa per azioni che conta 400 filiali e oltre 100 sportelli di tesoreria sparsi lungo il territorio di competenza, non era più “adeguatamente dimensionata”.

Un problema ovviato dotando il datacenter della Popolare di Sondrio di un sistema di alimentazione e cooling realizzato da Lan & Wan Solutions su tecnologia InfraStruxure.
La stessa che ha consentito di consolidare tutte le sale in un’unica isola e di utilizzare un sistema di condizionamento su file in alta densità per assolvere a una funzione di Business continuity ritenuta fondamentale nel progetto di riqualificazione intrapreso.

Più vicine ai prerequisiti e ai vincoli di progetto riscontrati, le soluzioni proposte dalla divisione It di Schneider Electric hanno permesso di realizzare due file di armadi di contenimento da 9 rack realizzate ottimizzando anche il sistema di condizionamento. In ogni rack sono state, inoltre, installate le unità di distribuzione di potenza per l’alimentazione dei server, che permettono l’accensione, lo spegnimento e il reset automatico di ogni singola presa da remoto anche tramite un browser Web, oltre che da console InfraStruxure.

Selezionata perché in grado di prevedere funzionalità di monitoraggio dei consumi e disponibilità dei sistemi non contemplate in altre soluzioni prese in considerazione, la tecnologia della divisione It del vendor nata nel 2007 con l’acquisizione di Apc, si è tradotta in un risparmio energetico stimato circa del 30%.
Non solo.

La scelta di StruxureWare Central con Capacity Manager ha permesso la gestione e la supervisione centralizzata di tutte le componenti intelligenti dell’infrastruttura.
In questo modo, è possibile controllare sia le componenti dell’impianto idraulico, sia di quello elettrico, senza dover passare da chi, nell’edificio, si occupa di facility management, con il rischio di rendersi conto a danno avvenuto in caso di disservizi sui sistemi di alimentazione sulle linee, di raffreddamento non sufficiente o di guasto.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here