Cyberattacchi: la rete dei Cert europei va completata nel 2012

In previsione simulazioni di attacchi. Attenzione anche al cloud computing.

In una relazione che tiene conto dei progressi realizzati nell’attuazione del piano d'azione europeo del 2009, la Commissione europea si è complimentata con gli Stati membri per gli sforzi a proteggere le infrastrutture It critiche da cyberattacchi.

La relazione, peraltro, sottolinea la necessità di procedere a ulteriori azioni in questo settore, in particolar modo per creare, entro il 2012, una rete efficiente di gruppi di pronto intervento informatico (Cert).

Per la Commissione la maggioranza degli Stati membri è ora dotata di gruppi nazionali/governativi di pronto intervento informatico (Cert); la cooperazione tra gli Stati membri sta migliorando grazie ai regolari scambi d’opinione sulle politiche da adottare, che avvengono all'interno di un forum europeo costituito nel 2009; la costituzione di partenariati pubblico-privati europei per la resilienza (EP3R) si è dimostrata un passo fondamentale nella responsabilizzazione del settore privato e ha contribuito ad aumentare il livello di sicurezza in ambiente digitale e a sviluppare un solido mercato al servizio della sicurezza dell’informazione in Europa.

La relazione indica la strada da seguire per rafforzare la cooperazione internazionale nel settore.
Di concerto con gli Stati membri e con il settore privato, la Commissione si impegna a istituire Cert presso gli Stati membri che ne sono ancora sprovvisti e per le istituzioni dell’ue entro il 2012; a sviluppare un piano d’emergenza per rispondere ai cyberattacchi, entro il 2012, sulla base dei piani nazionali d'emergenza; a organizzare simulazioni di cyberattacchi sia a livello nazionale (finora solo 12 Stati membri lo hanno fatto) che paneuropeo; a promuovere principi condivisi a livello mondiale sulla stabilità e la resilienza di internet; a istituire partenariati strategici in questo settore con paesi non-Ue; a individuare le migliori pratiche di governance per le tecnologie emergenti con un impatto globale come il cloud computing.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here