Home Prodotti Sicurezza Crittografia omomorfica, la privacy per tutto il ciclo di vita dei dati

Crittografia omomorfica, la privacy per tutto il ciclo di vita dei dati

Intel ha annunciato di aver firmato un accordo con l’agenzia governativa statunitense Defense Advanced Research Projects Agency (Darpa) per partecipare al programma Data Protection in Virtual Environments (Dprive), che mira a sviluppare un acceleratore per la crittografia completamente omomorfica (fully homomorphic encryption, FHE).

Microsoft, ha inoltre sottolineato Intel, è partner chiave per l’ecosistema cloud e per la crittografia omomorfica: farà da guida all’adozione commerciale della tecnologia, una volta sviluppata, testandola nelle sue offerte cloud, tra cui Microsoft Azure e JEDI (Joint Enterprise Defense Infrastructure), con il governo degli Stati Uniti.

Il programma pluriennale rappresenta uno sforzo trasversale tra più gruppi Intel, tra cui Intel Labs, il Design Engineering Group e il Data Platforms Group, per affrontare “l’ultima frontiera” nella data privacy, che è il calcolo su dati completamente criptati senza accesso alle chiavi di decrittazione.

Proteggere la riservatezza delle informazioni critiche, che siano dati personali o proprietà intellettuale aziendale, è di importanza strategica per le organizzazioni, ha evidenziato Intel.

Oggi, molti si affidano a una varietà di metodi di crittografia dei dati per proteggere le informazioni mentre sono in transito, in uso e a riposo.

Tuttavia, queste tecniche richiedono che i dati siano decifrati per l’elaborazione. È durante questo stato decriptato che i dati possono diventare più vulnerabili all’uso improprio.

La crittografia completamente omomorfica permette di eseguire attività di computing su dati sempre criptati, o crittogrammi.

I dati non hanno mai bisogno di essere decrittati, riducendo il potenziale rischio di minacce informatiche.

Intel sottolinea come la crittografia completamente omomorfica, se implementata su scala, permetterebbe alle organizzazioni di utilizzare tecniche quali il machine learning per estrarre il pieno valore da grandi dataset, proteggendo al contempo la riservatezza lungo il ciclo di vita dei dati.

I clienti in settori come l’assistenza sanitaria, le assicurazioni e la finanza beneficerebbero di nuovi casi d’uso resi possibili dall’essere in grado di utilizzare ed estrarre valore dai dati sensibili nella loro misura massima senza rischio di esposizione.

L’adozione di questa tecnologia da parte dell’industria è stata lenta perché l’elaborazione dei dati usando metodi di crittografia completamente omomorfica è un’attività ad alta intensità di dati e richiede importanti investimenti sulle prestazioni anche per operazioni semplici.

DARPA DPRIVE

Nell’ambito del programma Darpa Dprive, Intel prevede di progettare un acceleratore Asic (application-specific integrated circuit) per ridurre il sovraccarico di prestazioni attualmente associato alla crittografia completamente omomorfica.

Quando sarà completamente realizzato, l’acceleratore potrebbe fornire un enorme miglioramento nell’esecuzione dei carichi di lavoro FHE rispetto ai sistemi esistenti basati sulla CPU, riducendo potenzialmente il tempo di elaborazione dei crittogrammi di cinque ordini di grandezza, ha affermato Intel.

Con la sua expertise in infrastrutture cloud, stack software e crittografia completamente omomorfica, Microsoft rappresenterà un partner chiave di Intel nell’accelerare la commercializzazione di questa tecnologia quando sarà pronta, consentendo la libera condivisione dei dati e la collaborazione e allo stesso tempo promuovendo la privacy lungo l’intero ciclo di vita dei dati.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php