Content marketing, Coobis semplifica la gestione

Per il marketing digitale il content è fondamentale. Forte di questa considerazione Antevenio, dopo l’acquisizione della piattaforma Coobis, cerca di allargare il raggio d’azione del suo business al mondo del content marketing.

Specializzato da sempre nell’email marketing, nella creazione di progetti digitali, e con una visione di approccio integrato al marketing che si basa su branding, performance e loyalty, il gruppo fondato da Josuah Novick e guidato in Italia da Massimo Martini, dopo il successo spagnolo, propone anche in Italia Coobis, la piattaforma di content marketing che connette editori e aziende per realizzare e gestire le campagne di comunicazione.

Joshua Novick, ceo di Antevenio

Circa diecimila sono gli editori (che possono anche essere youtuber, instagrammer o blogger) iscritti alla piattaforma alla quale devono comunicare i propri analytic. Di fronte ci sono circa seimila inserzionisti a caccia di contenuti che possono essere ospitati sul sito dell’editore o spalmati sui social.

Agli editori l’utilizzo della piattaforma permette di diversificare le fonti di entrata con contenuti sponsorizzati. Come spiega Novick, in Spagna, “se l’editore è un blogger i guadagni di Coobis rappresentano una parte molto importante del fatturato, ma per editori più strutturati si può arrivare al 15-20% delle entrate”.

Massimo Martini, country manager italiano di Antevenio

15% gli editori italiani

Adatta soprattutto ai piccoli editori (il 15% circa sono in lingua italiana), la piattaforma permette di gestire in modo semplice un lavoro che prima era artigianale.

Gli editori clienti di Coobis, dopo avere fornito alla piattaforma l’account di Google analytics, ricevono il prezzo dei loro contenuti calcolati da un algoritmo che può essere modificato tramite uno sconto.

Oppure, aggiunge Novick, “se il prezzo dei redazionali del cliente è superiore c’è un bottone dove si può mettere un prezzo diverso rispetto a quello della piattaforma”.

L’azienda sceglie anche il tipo di prestazione che può essere solo un articolo, oppure solo la pubblicazione, la menzione su Twitter, un post su Facebook o un video e tramite filtri sceglie gli editori che corrispondono alle sue caratteristiche. Quando viene effettuata la scelta dell’editore vengono definite tempistiche e caratteristiche del lavoro ed  effettuato online il pagamento che spesso, aggiunge il fondatore, “è disponibile agli editori nel giro di sette giorni”.

Coobis permette di filtrare gli editori per affinare la selezione secondo parametri prestabiliti, tra cui numero di lettori, visite, autorità Seo, follower, paese di provenienza, tematica. Oltre alle metriche esterne, Coobis dispone di un proprio sistema di valutazione per aiutare a scegliere i migliori editori e consente alle aziende di definire un elenco dettagliato dei requisiti come briefing per ogni campagna di Content Marketing.

Inoltre, i brand potranno visualizzare l’andamento della campagna in tempo reale sulla dashboard, ottenendone misurazione e risultati. Oltre alle entrate agli editori la piattaforma permette di avere tutte le risorse web e social network in un’unica dashboard.

Per gli editori c’è la massima libertà di scegliere a quali campagne aderire in base al proprio profilo e alla propria linea editoriale. E grazie alla classificazione per tematica, gli ordini che l’editore riceverà saranno in linea con i temi di cui si occupa.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome