Home Cloud Come Google sta immaginando il futuro dei sistemi hyperscaler

Come Google sta immaginando il futuro dei sistemi hyperscaler

Google ha annunciato la formazione di SystemsResearch@Google (SRG), un nuovo team di ricerca posizionato nel cuore dell’organizzazione di engineering Cloud and Infrastructure dell’azienda.

La mission del nuovo team di ricerca sarà quello di plasmare il futuro della progettazione di sistemi hyperscaler per Google e il suo ecosistema.

L’obiettivo del nuovo team SystemsResearch@Google è di focalizzarsi sull’inventare, incubare e introdurre nuovi concetti, design e tecnologie nelle applicazioni, nei sistemi e nei data center di Google.

La posizione del team – ha dichiarato Google – permetterà un impegno senza soluzione di continuità con i team engineering e di prodotto, e ciò consentirà l’esplorazione congiunta e concertata con carichi di lavoro trasformativi.

Oltre a quelle interne a Google stessa, il team SRG cercherà poi di stringere forti relazioni con le comunità di ricerca esterne che lavorano sui problemi di ricerca sui sistemi più impegnativi.

Google

Secondo Google, ci troviamo in un momento di enorme transizione e opportunità, poiché quasi tutto il computing su larga scala si sta spostando verso l’infrastruttura cloud, le tendenze tecnologiche classiche stanno arrivando ai limiti, nuovi paradigmi di programmazione e modelli di utilizzo stanno prendendo piede e la maggior parte dei livelli di systems design vengono ristrutturati.

Stiamo assistendo a un cambiamento massivo, con l’introduzione di nuove applicazioni costruite intorno al training e all’inferenza in tempo reale del machine learning, ai data analytics su larga scala e ai carichi di lavoro di elaborazione alimentati da dispositivi cellulari e edge connessi a livello globale.

Tutto questo sta accadendo mentre i passi avanti in prestazioni ed efficienza su cui abbiamo fatto affidamento per decenni stanno rallentando drasticamente di generazione in generazione.

E mentre l’affidabilità è più importante che mai per il deployment di infrastrutture critiche per la società, secondo Google siamo messi alla prova dalla crescente entropia hardware, man mano che i componenti sottostanti si avvicinano a processi di produzione su scala angstrom e con migliaia di miliardi di transistor.

Negli ultimi vent’anni – ha messo ancora in evidenza Google – gran parte della popolazione mondiale ha ottenuto un accesso in tempo reale alle informazioni su scala globale in modi che prima erano scenari da fantascienza.

Il prossimo decennio vedrà l’informatica e le capacità associate subire una trasformazione ancora più profonda, portando insight, rilevamento e attuazione in tempo reale a migliaia di miliardi di dispositivi connessi in rete che abbracciano tutta la popolazione mondiale.

Ciò richiederà progressi fondamentali nella sicurezza, nell’affidabilità, nei modelli di programmazione, nell’analisi dei dati, nei sistemi di apprendimento automatico, nel networking, nei sistemi di archiviazione, nell’architettura hardware e nei sistemi software.

Il nuovo team di Google sarà impegnato nella ricerca per spingere in avanti l’innovazione e infrangere tali barriere.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php