Home Cloud Aws potenzia il cloud con gli Intel Xeon Scalable di terza generazione

Aws potenzia il cloud con gli Intel Xeon Scalable di terza generazione

L’anno scorso Amazon Web Services (Aws) ha introdotto la sesta generazione di istanze EC2 potenziate da processori Graviton2 progettati dall’azienda stessa.

Ora, Amazon ha espanso il suo portafoglio di offerte di sesta generazione per includere istanze basate su x86.

Aws ha infatti annunciato la disponibilità delle nuove istanze Amazon EC2 M6i di tipo general purpose, che offrono – mette in evidenza l’azienda – fino al 15% di miglioramento nel rapporto prezzo/prestazioni rispetto alle istanze comparabili di quinta generazione.

Le nuove istanze sono potenziate da processori Intel Xeon Scalable di ultima generazione (nome in codice Ice Lake) con una frequenza turbo all-core di 3,5 GHz.

Aws ha anche sottolineato come ora stia usando il suffisso “i” nel tipo di istanza per specificare che le istanze utilizzano un processore Intel.

A questo scopo, viene già usato il suffisso “a” per i processori Amd (per esempio le istanze M5a) e “g” per i processori Graviton (per esempio, le istanze M6g).

Rispetto alle istanze M5 che usano un processore Intel, questo nuovo tipo fornisce innanzitutto anche un’istanza di dimensioni maggiori (m6i.32xlarge) con 128 vCPU e 512 GiB di memoria che rende più facile e conveniente consolidare i carichi di lavoro e scalare le applicazioni.

AWS Intel

Come caratteristiche dichiarate da Amazon, si ottengono: fino al 15% di miglioramento nel rapporto prezzo/prestazioni di calcolo; fino al 20% di larghezza di banda di memoria in più; fino a 40 Gbps per Amazon Elastic Block Store (EBS) e 50 Gbps per il networking; crittografia della memoria sempre attiva.

Le istanze M6i – ha informato Aws – sono adatte all’esecuzione di carichi di lavoro generici come web e application server, applicazioni containerizzate, microservizi e piccoli data store.

La maggiore larghezza di banda della memoria è particolarmente utile per le applicazioni aziendali e i carichi di lavoro HPC (High Performance Computing) come la fluidodinamica computazionale (CFD).

Le istanze M6i, ha inoltre sottolineato Aws, sono anche certificate da Sap Con le istanze M6i, i clienti possono ottenere un rapporto prezzo/prestazioni fino al 15% migliore per le applicazioni SAP rispetto alle istanze M5.

Le istanze M6i sono disponibili in diverse dimensioni e configurazioni per rispondere alle differenti esigenze dei clienti Aws.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php