Home Cloud Aws e i partner, una relazione simbiotica a valore aggiunto

Aws e i partner, una relazione simbiotica a valore aggiunto

Aws crede fermamente nella relazione profonda con i propri partner, come ha dimostrato durante Reinvent 2019.

Un rapporto simbiotico e più profondo di quanto siamo abituati a rilevare, e la ragione è evidente. Infatti, Aws propone una quantità di servizi davvero sterminata, molti dei quali sono pensati per essere plasmati sulle esigenze delle organizzazioni: evidente quindi il valore aggiunto dai partner nel dare valore aggiunto.

Ne abbiamo parlato con Kelly Hartman, Global Head of Aws Partner Network.
La manager statunitense si è espressa in maniera decisamente concreta ed entusiastica in merito al rapporto con il network di partner. Sono proprio questi ultimi ad essere i più vicini alle concrete esigenze delle organizzazioni, e a dover applicare in modo concreto le molteplici opportunità offerte dall’ecosistema di Aws.

Tuttavia, lo sviluppo del cloud e delle sue tecnologie procede a ritmi serrati: le competenze acquisite vanno continuamente aggiornate e riviste. Questa spirale innovativa se da un lato produce effetti benefici notevoli alle organizzazioni, dall’altra presenta sfide notevoli ai professionisti del settore.

kelly hartman
Kelly Hartman

Per questo, continua Hartman, è richiesto un investimento economico e professionale che è destinato a produrre un lento ma progressivo consolidamento fra le realtà del settore,favorendo la crescita di player di grandi dimensioni, o la nascita di nuovi soggetti sulla base della fusione fra operatori di dimensioni ridotte.

Sempre secondo la manager statunitense, è ipotizzabile (o perfino prevedibile) che due mondi ad oggi distinti finiscano per unirsi in un unico attore: i system integrator e i managed system provider sono, nel cloud, spesso sovrapposti per ruolo e competenze.

Non di rado tuttavia si trovano a collaborare per sopperire alle reciproche lacune, ma la ridondanza operativa già oggi fa supporre che siano maturi i tempi per la nascita dei “next generation MSP“, come li ha definiti Kelly Hartman.

Abbiamo chiesto quale siano le richieste più ricorrenti che Apn riceve dai partner, e la risposta è stata netta, senza esitazioni: marketing e supporto vendite. La formazione tecnica, comunque disponibile a tutti i partner, pare essere già molto valida. Abbiamo avuto analoga impressione durante Aws Reinvent: i discorsi fra i partecipanti erano di altissimo livello, e anche le aziende presenti nell’area Expo si sono dichiarate soddisfatte dei feedback ricevuti.

aws fiera
L’area Expo di Aws Reinvent 2019

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php