Autodesk potenzia Fusion 360 per la produzione

Autodesk ha annunciato tre nuovi set di funzionalità progettati in risposta alla richiesta dei clienti per Fusion 360, ecosistema cloud per il mondo industriale.

La prima innovazione di Fusion 360 soddisfa le esigenze degli specialisti della produzione, con termini di attivazione flessibili che forniscono accesso solo quando vi è l’esigenza.

La seconda novità è l’integrazione di nuovi insight sui costi per la progettazione generativa basati su aPriori, che permetteranno di visualizzare le stime dei costi di produzione per ogni risultato di progettazione nel sistema generativo.

Infine, sono stati aggiunti due ulteriori vincoli di produzione allo spazio di lavoro della progettazione generativa.

Ambiente di produzione ibrido

Un’estensione per Fusion 360 permette di attivare gruppi di funzionalità di alto profilo indicate per specifiche aree industriali.

La nuova estensione per l’ambito produttivo è un bundle di tecnologie di produzione di Autodesk, rielaborate e integrate in Fusion 360 per incrementare l’efficienza della produzione.

Una volta attivata, l'estensione fungerà da ambiente di produzione ibrido, consentendo agli utenti di eseguire processi come la finitura delle superfici complesse, la foratura automatica, la produzione additiva e i flussi di lavoro di verifica automatica.

Secondo Autiodesk utilizzando questi strumenti di automazione e di ottimizzazione durante la programmazione sarà possibile generare programmi più efficaci in modo più rapido, con un risparmio di tempo sia nella programmazione che nella lavorazione, con conseguente riduzione del time-to-market.

Autodesk ha studiato una modalità per attivare l’estensione anche per un breve periodo: gli utenti possono attivare l’estensione manufacturing in Fusion 360 per un totale di 125 crediti cloud al mese per utente e ottenere accesso illimitato alle sue funzionalità fintanto che è attiva.

Capire i costi del generative design

Autodesk ha presentato lo scorso anno il generative design per Fusion 360.

Ora collabora con aPriori per integrare maggiori insight dei costi di produzione per la progettazione generativa, in modo da poter visualizzare le stime dei costi per ogni opzione.

Il modello di calcolo dei costi di aPriori, fa sapere Autodesk, tiene conto delle geometrie, dei materiali e dei metodi di produzione, criteri che gli utenti di Fusion 360 inseriscono durante la creazione di uno studio di progettazione generativa.

Supporterà tutte le opzioni di produzione attualmente disponibili per la progettazione generativa, oltre ai vincoli futuri che si presenteranno nello spazio di lavoro.

Si tratta della prima applicazione di questa tecnologia per la progettazione generativa. APriori analizzerà ogni variazione progettuale creata con uno studio di progettazione generativa per identificare una fascia di costi di produzione.

La soluzione per la progettazione generativa di aPriori è completamente automatizzata, non richiede un input manuale da parte di esperti qualificati.

Vincoli di produzione

Oltre agli insight sui costi saranno introdotti altri due vincoli di produzione all'area di lavoro.

Un nuovo vincolo della pressofusione per la progettazione generativa riunirà la tecnologia di progettazione di prossima generazione con uno dei processi produttivi più consolidati del settore.

Successivamente verrà introdotta la fresatura a 2,5 assi, che entrerà nella linea di vincoli CNC esistenti disponibili all'interno dello studio generativo: taglio a 2 assi e fresatura a 3 e 5 assi. Ciò renderà ancora più semplice produrre progetti generativi con i processi e i macchinari già esistenti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome