Analisti pessimisti su Intel

Si attendono i dati di metà trimestre, ma la società conferma la tendenza ad acquisti low end da parte del mercato consumer e la stagnazione della domanda da parte delle imprese

5 settembre 2002 A poche ore dal rilascio dell'aggiornamento dei
dati di metà trimestre, tira una pesante aria di pessimismo su Intel. Le
principali banche d'affari americane hanno infatti dichiarato di aspettarsi da
parte della società una correzione al ribasso del range dichiarato
precedentemente. Le attese parlano ora di un fatturato compreso tra i 6,4 e i
6,7 miliardi di dollari, probabilmente attestato sui 6,5. Il calo sarebbe dovuto
a una serie di fattori, tra i quali l'insoddisfacente andamento del cosiddetto
periodo del back to school e la mancata ripresa della domanda da parte
delle corporation. Per di più, secondo dichiarazioni della società
stessa, nel trimestre in corso Intel starebbe vendendo più Celeron
 rispetto ai Pentium 4 decisamente più remunerativi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here