Amd e Ibm si alleano con UnitedLinux

Sono i primi Partner Tecnologici del consorzio

16 gennaio 2003 Dopo l’annuncio dei giorni scorsi, nel quale le due società rendevano noto un accordo di collaborazione nell’area dei processori, Ibm e Amd sono nuovamente alleate, in questo caso con UnitedLinux, per determinare insieme al consorzio quali funzionalità inserire nelle prossime versioni del sistema operativo da questi sviluppato.

Istituito nei mesi scorsi da Conectiva, Sco, SuSE Linux e Turbolinux, il consorzio aveva rilasciato nel corso del Comdex dello scorso mese di novembre la prima versione di UnitedLinux per enterprise server, alla quale poi ciascuna delle quattro società facenti parte del gruppo aveva aggiunto un proprio set di funzionalità.
L’arrivo di Ibm e Amd, almeno nelle intenzioni, dovrebbe servire a mettere a punto la prossima versione del software, attesa per la fine dell’anno. Le due società, dicono in UnitedLinux, parteciperanno ai programmi di marketing congiunto e avranno altresì accesso a programmi specifici di supporto. Va detto, per altro, che UnitedLinux 1.0 è già stato certificato sia per i prodotti di Amd, sia per quelli di Ibm, inclusi gli eServer e i prossimi Opteron. In base ai termini dell’accordo siglato, le due società saranno considerate Partner Tecnologici e saranno le prime ad ottenere questa denominazione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome