UnitedLinux spinge sui reseller

Da oggi è disponibile la prima beta. in programma l’allargamento del numero dei partner e lo svilupo di un programma di formazione

La prima Beta open della versione UnitedLinux sarà disponible dal 23 settembre e a novembre tutto sarà pronto per la commercializzazione.
Paula Hunter appena nominata general manager della società, nata dall'iniziativa di quattro distributori Linux (Conectiva, Sco Group, SuSE Linux e Turbolinux) ha subito precisato che per il successo della prima versione di UnitedLinux sarà indispensabile una forte attivazione del canale dei reseller. Da qui l'azione del nuovo manager (prima presidente del consorzio Asp) per ampliare il numero dei partner e sviluppare un idoneo programma di formazione, certificazione e supporto.
Paula Hunter svolgerà il compito assegnatole coordinandosi con il Consiglio direttivo di UnitedLinux, preoccupandosi anche dell'attuazione del percorso di sviluppo futuro del sistema operativo e della rappresentanza presso l'industria e i pubblici di riferimento.
Intanto è stato reso pubblico il codice sorgente della prima versione (scaricabili dal sito http://www.unitedlinux.com), mettendo fine alle polemiche relative ad aspetti proprietari del nuovo sistema operativo, nato principalmente come affermato da Hunter per "unificare e non per frammentare l'offerta, consentendo ai fornitori di supportare un'unica proposta Linux, al posto di più versioni differenti, in modo da far progredire più rapidamente l'intera industria legata a Linux".

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here