Alphabet: Google torna all’Abc

Google_fondatoriUn nuovo ombrello sotto il quale riunire, e in qualche modo gestire diversamente, tutte le attività finora ascritte al mondo Google.
È questa la novità annunciata, in modo inaspettato, stando alle reazioni che si leggono in queste ore sulla stampa internazionale, da Larry Page attraverso un post sul blog ufficiale di Google.

Di fatto viene creata una nuova struttura operativa, nella quale si costituisce una nuova holding, chiamata Alphabet, che riunisce sia la unit dedicata al motore di ricerca, sia le altre sussidiarie.

Alphabet, ed è questo un aspetto importante, sarà la realtà quotata in Borsa e sostituirà il titolo Google: la azioni circolanti saranno automaticamente convertite in azioni della nuova holding, mantenendo invariato il loro valore.

Quanto al management team, Larry Page assume il ruolo di Ceo, Sergey Brin quello di presidente, Eric Schmidt quello di presidente esecutivo. L’attuale Cfo di Google, Ruth Porat, assume lo stesso incarico in Alphabet e lo stesso accade con i diversi direttori in carica.
Google Alphabet

A capo di Google Inc. viene invece chiamato Sundar Pichai e nelle intenzioni di Page e Brin ciascun business che ricadrà sotto l'ombrello di Alphabet sarà guidato da un Ceo.

Come accennato, i motivi di questo “ribaltone”, sono spiegati da Larry Page in un post pubblicato sia sul sito ufficiale di Google, sia sul sito di Alphabet (https://abc.xyz/). Che Google non sarebbe stata un'azienda convenzionale, l'avevamo detto già 11 anni fa, è la premessa, che serve a ricordare come dal motore di ricerca le attività della società si siano ampliate arrivando a Maps, YouTube, Chrome, Android.
“La nostra azienda funziona bene oggi, ma siamo convinti di poterla rendere più pulita ed efficiente. Ed è per questo che abbiamo dato vita ad Alphabet. [...]Alphabet è una collezione di aziende, la più grande delle quali è naturalmente Google”.

La nuova Google, di fatto, viene alleggerita e le attività che non appartengono direttamente all'area del motore di ricerca vengono spostate al di fuori della sua sfera diretta di influenza, per ricadere sotto l'ombrello di Alphabet. Page cita ad esempio Life Science e Calico, sottolineando come la nuova organizzazione consentirà una migliore gestione e una più precisa focalizzazione sulle differenti aree di attività che compongono oggi l'universo Google, inclusi X Lab, ovvero l'incubatore di nuovi progetti, e l'area Ventures and Capital.
Si parla di allocazione di capitali, di risorse, di execution e tutto questo avrà un riflesso diretto anche sulla presentazione dei risultati finanziari: i numeri riguardanti Google verranno rilasciati anche separatamente rispetto all'intero universo Alphabet.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here