Home Digitale Adobe compra ContentCal per fare content marketing nella creator economy

Adobe compra ContentCal per fare content marketing nella creator economy

Con l’intento di espandere le funzionalità social dei suoi strumenti per i creativi professionisti, Adobe ha stipulato un accordo per l’acquisizione di ContentCal, soluzione di social media e content marketing.

Adobe, nell’annunciare l’accordo di acquisizione, ha anche illustrato il contesto in cui questa operazione è maturata.

Il punto di vista di Adobe è che siamo nell’era della creator economy.

Adobe ContentCal

Un’economia che è alimentata da un numero crescente di individui, solopreneur e piccoli imprenditori che stanno creando attività digitali e monetizzando i loro contenuti, beni e servizi online.

Questi creatori di contenuti e servizi si affidano ai social media come canale di marketing principale per raggiungere un nuovo pubblico.

Ciò, sottolinea Adobe, è fondamentale per chiunque faccia crescere un brand o un business. E, ora più che mai, per avere successo sui social media è necessario offrire contenuti che si distinguono.

Adobe ContentCal

La piattaforma di content marketing ContentCal permette agli utenti di focalizzarsi sulla creatività automatizzando le attività di pubblicazione sui social media e di reporting.

Attraverso una semplice esperienza basata sul drag-and-drop, ContentCal rende facile per chiunque pianificare, pubblicare e gestire il proprio social marketing, attraverso i canali social, blog e piattaforme pubblicitarie.

Con sede a Londra, l’azienda ha costruito una ampia base di clienti, da individui e piccole imprese a brand digitali conosciuti e rispettati.

Adobe ContentCal

Adobe sottolinea in particolare che i prodotti di ContentCal sono particolarmente utili per le piccole imprese, integrando tutto ciò di cui esse hanno bisogno per pianificare, programmare e pubblicare contenuti sui social media.

Adobe e ContentCal – ha messo in evidenza la società di San Jose – condividono molti clienti che già si affidano ai prodotti per la creatività professionale di Adobe per produrre contenuti per Instagram, Facebook, Twitter, LinkedIn e altro ancora.

La transazione – ha annunciato Adobe – dovrebbe chiudersi nel primo trimestre dell’anno fiscale 2022, fatte salve le condizioni di chiusura ancora in sospeso.

È un periodo, questo, in cui è molto alta l’attenzione di Adobe per l’audience in crescita di creator, piccoli imprenditori e piccole imprese: abbiamo visto in questi giorni anche la presentazione della nuova soluzione Creative Cloud Express.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php