A Torino un food hackathon per innovare l’agroalimentare con l’IoT

Una Food Hackaton di tre giorni per innovare la filiera agroalimentare con l’IoT. L’hanno ideata Consoft Sistemi e I3P, l’incubatore di Imprese Innovative del Politecnico di Torino presso la cui sede sarà ospitato l’evento atteso i prossimi 15-17 aprile 2016, realizzato anche con il contributo di Intesa Sanpaolo, FutureRecoded, Innovation Design Lab, Future Food Accelerator e Topix.
Aperta a chiunque stia sviluppando una nuova tecnologia o idea di business applicabile alla filiera agroalimentare, “Dal Campo alla Tavola” si configura come manifestazione in cui startup, developer, esperti di business e comunicazione si sfideranno nella creazione di tecnologie, app, servizi utili a certificare la qualità dei cibi da portare in tavola, ordinare la spesa online, migliorare il rendimento dei campi con sistemi di agricoltura di precisione e molto altro ancora.Dal_Campo_alla_tavola

Minimo comun denominatore IoT per cibo e tecnologia

Per 54 ore i partecipanti alla Food Hackaton by Consoft Sistemi, presente sul mercato con un ampio ventaglio di soluzioni di Web e Digital Technology, Big data, IoT e teleassistenza, si sfideranno per innovare il settore grazie all’Internet of Things, con soluzioni per il precision farming, app per l’acquisizione di informazioni sulla presenza di allergeni nei cibi, servizi tecnologicamente avanzati per la filiera agroalimentare ed ecommerce per il settore del food&wine.

L’agenda dei lavori

Con l’obiettivo di trovare e promuovere nuove tecnologie o idee di business che possano essere applicate alla filiera agroalimentare, creativi e sviluppatori saranno supportati e consigliati per tutta la durata dell’evento da mentor nell’ambito del design, della tecnologia e del business.
In apertura lavori, venerdì 15 marzo, alle ore 17.30, dopo la tavola rotonda dedicata all’innovazione nel campo agroalimentare, i partecipanti saranno chiamati a presentare le proprie idee con un pitch di un minuto. Saranno gli stessi partecipanti a votare le idee migliori che saranno sviluppate durante il weekend. Si procederà poi alla creazione dei team che dovranno essere composti da persone con competenze multidisciplinari, come designer, sviluppatori, esperti di business e comunicazione.
Il resto del weekend sarà dedicato allo sviluppo del progetto con il supporto dei mentor previsti.
Nel pomeriggio della domenica, i team dovranno consegnare i lavori e saranno chiamati a presentare i singoli progetti. I primi tre valutati in grado di innovare il settore agroalimentare saranno premiati e daranno accesso alle facilities e ai servizi dell’incubatore I3P offerti dall’Innovation Center di Intesa Sanpaolo per un periodo della durata di tre mesi. Durante questo periodo, i vincitori avranno a disposizione uno spazio all’interno dei coworking di I3P, potranno lavorare alla definizione di una partnership con il Gruppo Consoft, riceveranno consulenza specialistica allo sviluppo della strategia e avranno accesso al network di Intesa Sanpaolo e I3P per sviluppare contatti commerciali.

Il costo della partecipazione è di 25 euro, e include colazioni, pranzi e cene, mentre per chi si fermerà nella notte tra sabato e domenica sarà allestita una sleeping room.
I partecipanti dovranno portare con loro un computer o qualunque altro strumento ritnuto opportuno, una ciabatta elettrica, in caso di più device da collegare alla corrente elettrica.

Il programma completo e aggiornato della manifestazione è disponibile QUI

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here