A New York è di scena il wireless

E non solo. Presso il TechXNY expo esporranno, per tutta la settimana, i produttori di pc di tutto il mondo impegnati a mostrare le ultime novità in ambito tecnologico

25 giugno 2002 Per tutta la settimana,
a New York sarà di scena TechXNY. L'esposizione, che chiama a raccolta i
produttori di personal computer di tutto il mondo avrà, come leit motif,
l'universo wireless e gli standard tecnologici a esso connessi. Un esempio su
tutti, i nuovi notebook, tablet pc e handheld che utilizzano il protocollo
802.11b, prodotti da Hp e Toshiba, impegnate
nella creazione di ambienti pubblici - leggi stadi e aeroporti - dove siano
presenti connessioni senza fili, i famosi hot spot. Un argomento, quest'ultimo,
estremamente 'caldo', ma attorno al quale non manca un velo di scetticismo per
quanto riguarda la risposta del mercato. Dal canto suo, nella sette giorni
newyorkese Microsoft si prepara a mostrare una beta del proprio
software Tablet Pc, che include un'applicazione per il riconoscimento della
scrittura, mentre Ibm presenterà la nuova linea dei suoi server
Unix. Non mancherà, poi, una carrellata sugli ultimi nati nell'universo
microprocessori, mentre - dopo averla interamente ridisegnata - Hp presenterà la
nuova linea dei notebook Evo di Compaq, ormai giunta alla fase
finale del merger con la società guidata da Carly Fiorina.
Ma le leggi di
mercato insegnano che non si possono riunire in un'unica esposizione di respiro
internazionale così tanti produttori senza discutere sul futuro, quanto mai
incerto, di un mercato come quello dell'It. Ed ecco allora che al TechXNY expo
saranno di scena una serie d'interventi per analizzare e comprendere gli ultimi
warning di Intel, Amd e
Apple, come pure i licenziamenti in atto all'interno di Ibm e
Hewlett-Packard attesi, è vero, ma dei quali non si vede ancora la
fine.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome