Telefónica scala Telecom

Alcune operazioni potrebbero dare all’azienda spagnola il controllo della nostra telefonia nazionale, da tempo programmato.

Telco è azionista di Telecom Italia, della quale detiene il 22,45%; la composizione di Telco comprende Telefonica, Generali, SanPaolo e Mediobanca.
È su questa quota che è in dirittura d'arrivo il controllo spagnolo: Telefonica vuole rendere infatti operativo un accordo pregresso per aumentare la sua partecipazione.

Secondo quanto trapelato, gli azionisti di Telco dovrebbero accettare entro martedì 24 (e non oltre sabato 28) un accordo definitivo al quale sembrerebbero pronti. Fonti governative avrebbero fatto sapere che non osteggerebbero l'intesa.

”Tutti vorremmo che le aziende restassero italiane”, ha dichiarato oggi Antonio Catricalà, viceministro allo Sviluppo economico, ma “è inutile innalzare i vessilli se poi non si ha l'esercito".

L'azione spagnola, spiega Il Fatto Quotidiano, prevederebbe anche l'acquisizione di altre piccole quote che complessivamente la porterebbero al 30% del capitale sociale totale e quindi al controllo delle operazioni senza bisogno di aumenti di capitale.
Altre fonti ipotizzano che parte dei costi di acquisto potrebbero essere compensati dalla successiva cessione delle operazioni oggi Telecom in Brasile.
Nella notte le discussioni sul valore da dare alle azioni stanno continuando: martedì 24 è atteso un commento da Telco.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here