Sharp potenzia la produzione di pannelli Lcd

Entra in attività la linea di produzione più avanzata. Obiettivo ridurre i costi e aumentare la produzione, per rispondere alla domanda crescente

20 gennaio 2004 Sharp ha annunciato che è entrata
in attività la sua di più recente linea di produzione di pannelli
Lcd
in Giappone, una linea di sesta generazione in grado di trattare
lastre madri fino a 1,5 x 1,8 m, laddove gli impianti di precedente
genrazione arrivano a 1,1 x 1,3 metri.
In sostanza, questo significa
che da una singola lastra madre è possibile ricavare un numero superiore di
pannelli con un evidente risparmio sui costi di produzione che con il tempo
finisce per riflettersi sui costi all'utente finale.
La linea di produzione
più recente è in grado di gestire 15.000 lastre al mese. Da ogni singola lastra
si possono ricavare otto pannelli widescreen da 26 pollici, oppure un numero
inferiore di pannelli di dimensione maggiore.
In totale, l'impianto ha una
capacità produttiva di 100.000 Lcd Tv al mese, nei diversi formati.
La
società ha inoltre comunicato che entro il mese di agosto dovrebbe entrare in
attività un secondo impianto di sesta generazione, con una capacità produttiva
di 12.000 lastre al mese.
Naturalmente, Sharp non è sola in queste mosse.
Altri produttori, Samsung in testa, stanno pianificando
l'apertura di nuovi impianti o l'aggiornamento di quelli esistenti, così da
poter soddisfare la crescente domanda di pannelli Lcd destinati sia al mercato
degli Lcd Tv sia a quello dei pc.
Samsung, da parte sua, ha però deciso di
passare direttamente dalla quinta alla settima generazione. Il suo impianto
dovrebbe entrare in produzione nel 2005 e sarà in grado di gestire lastre
da 
1.9 per 2.2m.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here