Intel GO, nuovo brand Intel per l’automotive

Nel caso in cui qualcuno avesse ancora dei dubbi sull’impegno che Intel ha deciso di profondere nel settore automotive, dopo le collaborazioni annunciate con BMW e Mobileye, dopo l’acquisizione di una quota azionaria in Here, soprattutto dopo le dichiarazioni fatte in tempi non sospetti dal Ceo Brian Krzanich, teso a un futuro giocato “beyond the pc”, la società ha fatto un ulteriore e definitivo passo avanti.

Ha annunciato infatti la nascita di Intel GO, nuovo brand che d’ora in avanti caratterizzerà le sue soluzioni per il segmento automotive e che abbracciano a 360 gradi il settore, dalla tecnologia in auto alla connettività, al cloud.

Cosa c'è in Intel GO

In Intel GO la società fa confluire i propri processori, dagli Atom agli Xeon, così come la sua piattaforma di sviluppo 5G ready, indirizzata al segmento della guida autonoma.
Intel, che al momento dichiara collaborazioni con le più importanti case automobilistiche e vanta oltre 30 modelli di auto già in circolazione alimentati con le sue tecnologie, al momento ha portato le proprie soluzioni su centinaia di auto a guida autonoma in fase di test.
Ma questo annuncio segna la svolta, perché sotto l’ombrello Intel GO non c’è semplicemente una lettera di intenti, bensì un’offerta già definita e sicuramente ampliabile.

  • In particolare, sono già disponibili due versioni della piattaforma In-Vehicle Development Platform for Automated Driving, che fornisce la potenza computazionale necessaria per abilitare funzioni importanti nelle auto a guida autonoma, incluse percezione e decision-making.
  • La piattaforma Automotive 5G consente invece lo sviluppo di applicazioni e use-case in vista del roll-out del 5G nel 2020.
  • Infine, l’Automotive SDK include una serie di tool specifici, tra i quali anche strumenti di deep learning, che dovrebbero sostenere gli sviluppatori nelle loro ricerche e nella velocizzazione del loro lavoro.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here