Firma digitale: quanto costa e come ottenerla

firma digitale

La Firma Digitale è l'equivalente informatico della tradizionale firma apposta su carta, permette infatti di firmare e attestare un qualunque tipo di file digitale (un testo, un PDF, una e-mail, un'immagine e così via). La sua funzione è quella di attestare la validità e la veridicità di un documento.

Qualunque cittadino può dotarsi di firma digitale: basta aver compiuto 18 anni, essere in possesso di codice fiscale e di carta di identità in corso di validità. Per ottenere la firma digitale, occorre rivolgersi ai certificatori accreditati, soggetti pubblici e privati che hanno ottenuto l'autorizzazione a svolgere tale attività.

L'elenco di tali soggetti è, per legge, pubblicato dall'ente DigitPA (in precedenza CNIPA, Centro nazionale per l'informatica nella pubblica amministrazione). Anche le Camere di Commercio, in quanto Pubbliche Amministrazioni, rilasciano la Carta Nazionale dei Servizi (Cns) insieme al servizio di Firma Digitale degli atti e dei documenti.

Come acquistare la firma digitale

Il servizio di firma digitale può essere acquistato in tre diversi “pacchetti”: chiavi Usb dotate di un software interno necessario per firmare i documenti in modo digitale; Cns che, per essere utilizzata, deve essere inserita in un lettore smart card collegato a un pc; servizi remoti ovvero quei servizi online che consentono di firmare i documenti anche da apparecchi mobili, smartphone e tablet, mediante l’uso di chiavi temporanee generate da chiavette simili a quelle che le banche forniscono per operare con il servizio home banking.

Una volta scelto il supporto fisico, ci si deve collegare al sito web dell’azienda che erogherà il servizio, fornendo i dati anagrafici (comprensivi degli estremi di un documento di identità), l’indirizzo e la mail su cui si vuole ricevere tutto ciò che serve per il servizio di firma digitale.

Dopo aver fornito i dati, dovrà essere effettuato il pagamento online, normalmente con carta di credito o carta prepagata. Verificata l'identità, il Certificatore provvederà a rilasciare un PIN identificativo generato mediante doppie chiavi, quella privata che rimane segreta e quella pubblica da fornire ai destinatari dei documenti accompagnati da firma digitale per verificare l'autenticità della firma utilizzata. Infine, il Certificatore fornirà il kit per utilizzare la firma digitale e genererà e pubblicherà il certificato che contiene i dati del titolare della firma digitale.

Ottenuto il kit per apporre la firma digitale, occorre scaricare il software necessario per usare la firma digitale stessa. Tra quelli maggiormente utilizzati per l’apposizione della firma digitale segnaliamo Dike e Firmacerta.

Quanto costa la firma digitale

Tutti i certificatori rilasciano in allegato al kit firma digitale anche le condizioni economiche contrattuali che prevedono specifiche clausole per le forniture di particolare rilievo e quelle dei servizi aggiuntivi, come per esempio la fornitura di certificati di autenticazione e crittografia e caselle di posta elettronica certificata che sono a pagamento.

Gli imprenditori individuali e gli amministratori di società possono richiedere la firma digitale direttamente alle Camere di Commercio della Provincia in cui ha sede l’azienda. La Camera di Commercio rilascia i dispositivi di firma digitale, Carta Nazionale dei Servizi o Cns su Smart-card o Token Usb che non richiede l’installazione di ulteriori dispositivi

La Cns contiene un certificato di autenticazione, che consente l’accesso ai servizi web della Pa e un certificato di sottoscrizione, per firmare digitalmente i documenti informatici.

Il certificato digitale, contenuto all’interno della smart card CNS, è emesso da un’apposita Autorità di certificazione riconosciuta secondo standard internazionali, la quale garantisce validità temporale e legale della firma digitale. Normalmente, le Camere di Commercio concedono gratuitamente il primo rilascio della smart card Cns, il token Usb, invece, viene fornito a fronte del pagamento di un corrispettivo, ridotto in caso di primo rilascio.

Il costo di un kit di firma digitale è molto variabile e dipende dal prezzo applicato da ciascun certificatore. Ecco alcuni esempi.

Il kit offerto da Poste Italiane si può acquistare online ed è costituito dal pacchetto Postecert con smartcard, chiavetta Usb e software con manuale di utilizzo. Il Kit Postecert è fornito in tre tipologie, i prezzi vanno da 32 euro più Iva a 51 euro più Iva e includono il costo di spedizione. I i kit hanno validità di 3 anni e l'utente può scegliere di abbinare a Postecert la chiavetta USB autoinstallante PosteKey.

La firma digitale per il cittadino di Postacertificata Governo è un servizio messo a disposizione dallo Stato per le comunicazioni tra cittadini e Pubblica Amministrazione. Il costo del servizio PostaCertificat@ Firma Digitale per il Cittadino è di 19 euro Iva esclusa da pagare una tantum. La firma digitale ha validità di 3 anni ma per funzionare necessita di un lettore di Smart Card opzionale che può essere acquistato con il kit completo al costo di 26,80 euro più Iva.

La firma digitale Camera di Commercio è rilasciata tramite Carta Nazionale dei Servizi o Cns sotto forma di due dispositivi, Smart-card e Token USB. Il primo è gratuito per il primo rilascio per le aziende iscritte al Registro delle Imprese e in regola con il pagamento del diritto annuale. I costi di rinnovo firma digitale e per i non iscritti nel Registro delle Imprese è di 25 euro più Iva. La firma digitale con Token USB costa invece 40 euro più Iva. Per il rinnovo (e per i non iscritti) la spesa è di 70 euro più Iva.

L’elenco completo dei certificatori si può avere cliccando qui.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here