Con iAdvize, i visitatori del sito diventano clienti

Logo iadvize

Cerchi un prodotto online, lo trovi all’interno di un sito di un noto brand e lo studi per bene. Ma alla fine non sei proprio sicuro che sia quello che fa al caso tuo. Forse un consiglio da parte di una persona che conosce quella tipologia di prodotti sarebbe d’aiuto. E tutto d’un tratto quella persona te la trovi sullo schermo. È una presenza discreta, per nulla invadente e cordiale, disponibile a chiarire i tuoi dubbi e darti tutti i consigli di cui hai bisogno. La decisione è presto presa.

Questa è la nuova frontiera della vendita online: il rapporto diretto con il cliente. Ma non un rapporto gestito in modo automatico tramite un bot, bensì una presenza reale, una persona davvero esperta in un determinato settore disposta a interloquire a qualsiasi ora ce ne sia bisogno con chi ha intenzione di effettuare un acquisto.

Questa è la proposta che arriva da iAdvize, piattaforma di commercio conversazionale che permette alle imprese di coinvolgere i loro clienti (attivi e potenziali) su un sito, sui social network o su un’applicazione di messaggistica grazie a un solo dispositivo (chat, call, video). I visitatori ricevono un’assistenza in tempo reale dal servizio clienti specializzato o da altri clienti ambasciatori, membri delle Community dei brand.

iAdvize parte dalla chatbot e approda alla forza vendita on demand

Il primo step può essere una chatbot che compare sullo schermo quando viene individuato un potenziale cliente o una persona che potrebbe essere interessata ad avere maggiori informazioni. Il coinvolgimento è immediato e la chatbot fa ottimamente il suo lavoro, ma consente di gestire solo un numero limitato di risposte a fronte di domande precise. Ben diverso è invece un approccio in cui a rispondere è una persona, un esperto capace di dare consigli qualificati.

E questo è quanto fa iAdvize attraverso ibbü, la prima forza di vendita on demand. Più in dettaglio, ibbü è una community di appassionati esperti su un tema specifico che si mettono a disposizione dei marchi e vengono retribuiti per dare consigli ai visitatori di un sito di vendita online.

Oggi, il 60% degli acquisti su internet viene effettuato di sera o nei weekend, ovvero in momenti in cui il customer service di un’azienda non è solitamente operativo. Grazie a ibbü, invece, i marchi permettono ai clienti di discutere in tempo reale e in qualsiasi momento con i predetti esperti e ricevere consigli validi. E ogni esperto può gestire contemporaneamente fino a 4 chat.

A conferma della validità delle propria proposta, iAdvize mostra le cifre: tassi di soddisfazione per il servizio ben oltre il 90%, conversioni in acquisti che superano il 20% dei contatti e rilevanti aumenti degli scontrini medi.

Il 2016, sostiene iAdvize, è stato l’anno del commercio conversazionale e della consapevolezza dell’influenza del messaging e dei chatbot. Il 2017 sarà l’anno della semplificazione degli utilizzi e dell’esperienza integrata, in cui, perché un visitatore si trasformi in cliente, sempre più spesso le chatbot dovranno essere affiancate da una persona reale, disposta a qualsiasi ora a interloquire in modo naturale e con l'adeguata competenza.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

1 COMMENTO

  1. […] Oggi, il 60% degli acquisti su internet viene effettuato di sera o nei weekend, ovvero in momenti in cui il customer service di un’azienda non è solitamente operativo. Grazie a ibbü, invece, i marchi permettono ai clienti di discutere in tempo reale e in qualsiasi momento con i predetti esperti e ricevere consigli validi. E ogni esperto può gestire contemporaneamente fino a 4 chat. A conferma della validità delle propria proposta, iAdvize mostra le cifre: tassi di soddisfazione per il servizio ben oltre il 90%, conversioni in acquisti che superano il 20% dei contatti e rilevanti aumenti degli scontrini medi. Read more […]

Comments are closed.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here