BBEdit

Bare Bones Software ha annunciato il ritorno sul Mac App Store di BBEdit, il suo popolare editor di testo per macOS. Si tratta di un editor professionale di testo semplice, HTML, codice sorgente e markup, molto apprezzato da numerosi utenti Mac.

Quale editor di testo semplice, BBEdit è utile per scrittori e autori che hanno bisogno di manipolare, ricercare e trasformare stringhe testuali. Ma il suo uso è diffuso soprattutto tra sviluppatori web e software, amministratori It e altri professionisti di questo tipo.

BBEdit è ora offerto (anche) con un nuovo modello di prezzo basato su abbonamento, disponibile esclusivamente sul Mac App Store. La versione Mac App Store dell’applicazione richiede macOS 10.14.2 “Mojave” o successivo. Gli utenti possono sottoscrivere l’abbonamento in-app per 3,99 dollari US al mese oppure 39,99 dollari US all'anno.

La versione del Mac App Store dell’applicazione offre anche un periodo di valutazione gratuita di 30 giorni. Durante il periodo di prova, informa l’azienda, l’app è completamente funzionante.

BBEditAl termine del periodo di prova, se non si sottoscrive l’abbonamento, è ancora possibile utilizzare BBEdit. Questo, però, viene “ridotto“ alla versione Free, che è limitata nelle funzionalità disponibili. Il set di strumenti permanenti che rimane anche nella versione Free include comunque potenti funzionalità di editing. Non include però gli avanzati strumenti di authoring web o altre funzionalità peculiari di BBEdit.

Per chi non apprezza le licenze ad abbonamento, bisogna sottolineare che questa non è una scelta obbligata. Gli utenti che preferiscono un modello di licenza perpetuo possono ancora continuare ad acquistare BBEdit direttamente da Bare Bones Software. Lo stesso discorso è valido anche per i team e le aziende che necessitano di opzioni di licenza (e pricing) multiutente. Le sottoscrizioni ad abbonamento saranno disponibili solo sul Mac App Store.

BBEdit, il coltellino svizzero per testo e codice

Le funzionalità di BBEdit sono identiche per tutti gli utenti. Che abbiano scaricato il software direttamente dal sito web di Bare Bones Software o che l’abbiano installato dal Mac App Store. Che si utilizzi l’app con un abbonamento o che si disponga di una licenza perpetua. Sul sito viene citata solo una funzionalità di accesso a file Unix di sistema nascosti, come mancante nella versione Mac App Store.

BBEditDopo il periodo di prova, le funzionalità complete di BBEdit possono essere riattivate in qualsiasi momento acquistando una licenza o sottoscrivendo un abbonamento.

BBEdit è certamente tra i più diffusi editor professionali di testo e codice per la piattaforma Mac. La versione 12 aveva apportato significativi miglioramenti, sia nelle funzionalità e nell’interfaccia utente che “sotto il cofano”. Tra le prime, ad esempio, un supporto molto migliorato per il tema scuro. Tra i secondi, invece, il fatto che BBEdit fosse un’applicazione nativa a 64 bit.

Tra le funzionalità generali del software, citiamo gli strumenti HTML per il veloce markup dei tag. O i potenti strumenti di manipolazione e trasformazione del testo. BBEdit offre anche sofisticate opzioni di ricerca, anche su file multipli e con pattern “grep”. L’app fornisce anche tool dedicati agli utenti Unix e ai System Administrator.

BBEditTutte le informazioni sono disponibili sul sito di Bare Bones Software, a questo link.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome